Notizia

Storia dell'Arkansas - Storia

Storia dell'Arkansas - Storia

Arkansas

L'Arkansas fu ammesso nell'Unione il 15 giugno 1836 come 25esimo stato. Il nome deriva da una parola usata dagli indiani Quapaw per designare il territorio che ora comprende lo stato. Il missionario ed esploratore gesuita Pere Jacques Marquette ei suoi confratelli registrarono il termine come Alkansas e come Akamsea. Non è stato trovato alcun significato per la stessa parola Algonquin.

io

(ScStr: t. 752; 1. 191'; b. 30'; dph. 19'; s. 15 k.; cpl. 88; a. 4
32-pdr. sb., 1 12-pdr. R.)

Il primo Arkansas, un piroscafo a vite con scafo in legno e attrezzatura barkentine, costruito a Filadelfia nel 1863 come Tonawanda, fu acquistato dalla Marina a Filadelfia il 27 giugno 1863 dai sigg. S. & J. M. Flanagan; e commissionato nel Philadelphia Navy Yard il 29 giugno 1863, al comando del tenente volontario facente funzione William H. West.

Assegnato al West Gulf Blockading Squadron, il nuovo piroscafo si presentò in servizio il 10 ottobre 1863 al commodoro Henry H. Bell che aveva il comando temporaneo dello squadrone mentre il contrammiraglio David G. Farragut era a casa in licenza. Le fu affidato il compito di mantenere le comunicazioni e trasportare rifornimenti alle navi da guerra dell'Unione che erano di stanza su

ckade lungo la costa del Texas. Durante la sua carriera navale si è alternata con Augusta Dinsmore in crociere logistiche che li hanno portati a sud fino a Brownsville, Tex.

Il 27 settembre 1864, mentre navigava nel golfo su uno di questi rifornimenti, l'Arkansas, allora comandato dal tenente volontario in carica David Cate, incontrò la goletta Watchful che presumibilmente navigava da New York a Matamoras, in Messico, con un carico di legname e petrolio. Il suo padrone affermò che la sua nave aveva iniziato a perdere acqua; e quindi aveva cambiato rotta verso New Orleans per cercare riparazioni. Tuttavia, quando Cate ha esaminato il carico della goletta, ha trovato casse di armi nascoste sotto il legname e di conseguenza ha sequestrato la nave che ha inviato a New Orleans con un equipaggio premiato per l'aggiudicazione.

Dopo il crollo della Confederazione, l'Arkansas partì da New Orleans il 5 giugno 1865 e salpò verso nord fino a Portsmouth, NH. Fu dismessa nel cantiere navale lì il 30 giugno 1865 e fu venduta all'asta pubblica il 20 luglio 1865 al signor George S. Leach di Portsmouth. Ridocumentato come Tonawanda il 1 agosto 1865, il piroscafo servì come mercantile costiero fino a quando non si incagliò a Grecian Shoals, in Florida, il 28 marzo 1866 e andò perduto.


Storia dell'Arkansas - Storia

Molti dei primi documenti della contea di Newton furono distrutti quando il tribunale bruciò durante la guerra civile. Il censimento del 1850, i registri di censimento e di iscrizione dei terreni dal 1838 al 1845 forniscono la storia registrata più affidabile. Indicano che i coloni iniziarono a costruire case qui già nel 1825.

Le prime persone a vivere nella contea, tuttavia, vennero probabilmente nel periodo Paleo tra il 20.000 e il 9.000 aC. Furono seguiti dagli indiani del periodo arcaico, 8.000-1.000 aC, poi quelli che divennero noti come il popolo dei rifugi rocciosi. Resti della loro occupazione si possono ancora trovare nei rifugi rocciosi esposti a sud.

Quando i pionieri iniziarono a spingersi verso ovest, l'area divenne territorio delle tribù delle pianure e vi è documentazione che mostra che le tribù Cherokee, Choctaw, Fox, Kickapoo, Sack e Osage vivevano o visitavano la contea di Newton.

Con i trattati del 1808 e del 1818, la Nazione Cherokee si divise e quelli della contea di Newton facevano parte dei Cherokee occidentali che volevano preservare la loro tradizione ed eredità evitando il contatto con i bianchi.

Durante questo periodo, si crede che il Sequoyah Cherokee abbia vissuto vicino a Deer, usando il nome George Guess. Mentre era lì, sviluppò l'alfabeto Cherokee e, nel 1828, i Cherokee avevano una lingua scritta completa.

I Choctaw, tuttavia, furono gli ultimi proprietari legali della terra prima dell'ondata di nuovi coloni e furono gli ultimi a scomparire dalla zona. Nel 1838, tutto ciò che era rimasto era stato assimilato negli insediamenti bianchi.

Jasper era una città consolidata nel 1840. Uno dei primi residenti fu John M. Ross, un Choctaw, che divenne il primo direttore delle poste e il primo impiegato della contea, prestando servizio dal 1842 al 1846. Il suo stipendio per l'anno 1845 fu di $ 7,09. Il 14 dicembre 1842 il governatore Archibald Yell firmò la legislazione che creava la contea di Newton da parte della contea di Carroll.

Sebbene Ross tenesse i registri della contea nella sua capanna a Jasper durante il suo mandato, l'effettiva prima sede del governo della contea era la casa di John Bellah a Shop Creek vicino al Partenone. Jasper divenne il capoluogo della contea nel 1843.

Nel 1850, la popolazione della contea di Newton era di 1711. Il prezzo medio di 40 acri di terra era di $ 50. Nuove città iniziarono a sorgere sulle 846 miglia quadrate della contea e nel 1856 c'erano 10 uffici postali. Nell'ordine in cui sono stati stabiliti, questi erano Jasper, Walnut Fork, Borland, Mt. Parthenon, Whiteley, Denton, Forest Home, Marshall Prairie (ora Western Grove), Cave Creek e Mt. Judea.

I primi coloni non rimasero indenni dalla guerra civile. Diverse scaramucce si sono verificate nella zona e molte famiglie si sono tramandate storie di "bushwhackers", bande partigiane di fuorilegge. La Confederazione aveva una fabbrica di salnitro a Boxley e una delle battaglie della zona più note si è verificata quando un distaccamento della First Iowa Cavalry la catturò e la distrusse il 12 gennaio 1863, fece 17 prigionieri e sequestrò due macchine a vapore, tre caldaie e sette bollitori di ferro . Distrussero tre carri Concord, due carri e mezza tonnellata di salnitro. Durante i combattimenti a Jasper, i soldati dell'Unione, a caccia del leader della guerriglia confederata John Cecil, incendiarono la città.

Negli anni del dopoguerra, le comunità sono cresciute e sono state costruite scuole. All'inizio del secolo, il cotone era la coltura principale, anche se il punteruolo alla fine lo spazzò via. La maggior parte dell'industria era legata all'abbondanza di legname. Grandi campi di legname raccoglievano la quercia per i bulloni delle doghe e Sutton Wood Products è stata fondata a Lurton come fabbrica di mobili Lurton. A Ponca, l'estrazione del minerale di piombo ha creato una città in espansione.

Dall'inizio dell'insediamento bianco del nord-ovest dell'Arkansas, l'area ha acquisito una reputazione come nascondiglio per il famigerato In un primo momento, è stato perché le montagne erano ancora territorio indiano e la legge indiana non aveva giurisdizione sui fuggitivi bianchi che si precipitavano sulle aspre colline per nascondere. In seguito, insediamenti, leggi e forze di pace fecero del loro meglio per domare la regione, ma il terreno era ancora favorevole al fuorilegge e alla selvaggina e l'abbondanza di acqua dolce rendeva facile per un uomo solo o un'intera banda accamparsi a tempo indeterminato in qualche punto remoto fino a quando il riscaldamento non si è spento. Anche nei giorni successivi, l'attraversamento di un confine di stato spesso metteva i trasgressori fuori dalla portata dei loro inseguitori.

C'erano anche faide in cui la lealtà familiare contava più della struttura formale della legge. Una di queste faide scoppiò tra le famiglie Miller e Robinson nella regione di Kenner Creek lungo il confine della contea di Carroll Newton prima della guerra civile. A quel tempo, i coloni rivendicavano la terra del governo pagando una "tassa di ingresso" di $ 1,25 per acro. Marion Miller voleva "entrare" in qualche terraferma di proprietà del governo e ha guidato per 60 miglia fino all'ufficio del terreno a Fayetteville solo per scoprire che era stato prevenuto da George Robinson. Poco dopo, qualcuno ha sparato a Robinson sulla strada vicino a casa Miller e poi è stato ucciso. Poi il padre di Miller fu "processato" da una folla di cittadini autoproclamatisi e impiccato. Marion Miller ha combattuto nella guerra civile, ma quando è tornato a casa, è andato su tutte le furie che secondo come riferito ha lasciato 15 morti prima che lui stesso fosse ucciso.

La Guerra Civile fu l'era del bushwhacker nel nord-ovest dell'Arkansas. Gli animi erano alti e c'erano simpatizzanti di entrambe le parti che vivevano qui. Ci sono molte storie di terrorismo tramandate attraverso le famiglie locali. Il capo della banda locale più famigerata era Chief Longhair, un residente di Cave Creek di origini miste, ritenuto responsabile di almeno due omicidi e innumerevoli atti di violenza contro i simpatizzanti del Nord. Capelli lunghi ha finalmente incontrato la giustizia del vigilante. Fu appeso alla forca di un sicomoro vicino alle biforcazioni di Big Creek, appena a nord del Monte Giudea.

La fine della guerra non pose fine al fuorilegge e uomini come Jesse James e Cole Younger iniziarono carriere che sarebbero diventate famose. Jesse e suo fratello Frank erano simpatizzanti del sud che si unirono ai guerriglieri confederati guidati da William C. Quantrill. Dopo la guerra, la loro banda, che comprendeva i tre fratelli Younger, fu attiva per 13 anni, 1866-1879, in un'area dall'Arkansas al Colorado al Texas. Sono accreditati almeno un crimine in quest'area, la rapina di una diligenza a sud di Eureka Springs. Tuttavia, la leggenda generalmente sostiene che i fratelli James siano venuti qui per rinfrescarsi i tacchi tra le rapine e hanno mantenuto un basso profilo mentre spesso usavano la contea di Madison orientale e la contea di Newton occidentale come luogo di riposo.

Dopo che Jesse è stato ucciso, Frank ha elaborato un accordo di resa ed è uscito dalla scena pubblica. All'incirca nello stesso periodo, Joe Vaughn si stabilì in una fattoria a Wayton dove si tenne per sé e crebbe la sua famiglia. C'erano, secondo gli storici di famiglia, alcuni nella contea che conoscevano la sua identità, ma nella tradizione montanara fu lasciato solo. Uno di quelli a cui rivelò la sua identità fu "Yank" Sutton, che lavorò con lui effettuando rilevamenti in tutta la contea. Poco prima di morire, Joe ha dato alla sua famiglia una breve autobiografia. I discendenti dicono che un sosia è stato persuaso ad arrendersi per Frank James e ha cambiato nome e si è trasferito a Newton County.

Belle Starr, la regina dei fuorilegge, è nata Myra Belle Shirley a Carthage, Missouri. Sebbene la sua presenza lungo il confine occidentale dello stato sia documentata, non figura nella leggenda locale, ma suo nipote Henry Starr fu ferito a morte mentre tentava di rapinare la People's National Bank a Harrison nel febbraio 1921. I resti di Starr furono posti in bella mostra nella vetrina del mobiliere locale che fungeva anche da impresario di pompe funebri.

Cole Younger sopravvisse a tutto il resto della banda di James e Younger, forse solo perché fu catturato durante il noto tentativo di rapina a Northfield, Minnesota nel 1876 e trascorse 25 anni in prigione. Come i fratelli James, si crede che sia stato un membro dei guerriglieri di Quantrill e che probabilmente abbia combattuto nella battaglia di Prairie Grove durante la Guerra Civile. Nel 1912, Younger parlò a quella che il giornale locale definì la più grande folla che avesse mai partecipato a una conferenza a Berryville su "Cosa mi ha insegnato la vita". Il North Arkansas Star del 2 febbraio 1912 lo descrisse come "non solo un fuorilegge armato di pistole, ma portava anche con sé una copia della Sacra Bibbia ed era un avido lettore delle scritture."

I 36 uomini che hanno firmato un impegno a prendere le armi se necessario per resistere alla leva durante la prima guerra mondiale non si consideravano trasgressori. Non vedevano alcun motivo per combattere i tedeschi per conto di "compagni con il cappello di seta a New York". per fare un sacco di soldi." Per due anni, dal 1917 al 1918, si nascosero con successo a Cecil Cove, un'area lunga 12 miglia e larga otto nella parte settentrionale della contea, evitando lo sceriffo della contea, i deputati federali e un colonnello dell'esercito. Alla fine i "Fansi", come erano conosciuti, hanno concordato che il governo non li avrebbe perseguiti e si sono arresi.


Cronologia della storia dell'Arkansas

Situato geograficamente a nord della Louisiana e fiancheggiato a est dalla sponda occidentale del fiume Mississippi, lo sviluppo dello stato dell'Arkansas ha attraversato tre secoli. Molto prima che i pionieri degli Stati Uniti appena formati attraversassero le Blue Ridge Mountains e tentassero di stabilirsi lungo i fiumi Ohio e Mississippi, esploratori spagnoli e francesi si imbatterono nei popoli nativi che vivevano in quello che oggi è l'Arkansas.

L'Arkansas faceva parte della terra acquisita nell'acquisto della Louisiana, l'Arkansas divenne un territorio separato nel 1819 e ottenne lo stato nel 1836. Uno stato schiavo, l'Arkansas divenne il nono stato a separarsi dall'unione e ad unirsi agli Stati Confederati d'America. Oggi l'Arkansas è al 27° posto tra i 50 stati dell'area, ma, ad eccezione della Louisiana e delle Hawaii, è lo stato più piccolo a ovest del fiume Mississippi.

Cronologia della storia dell'Arkansas del XVI secolo

1541 - 18 giugno - Hernando de Soto di Spagna fu il primo europeo ad esplorare l'Arkansas.

Cronologia della storia dell'Arkansas del XVII secolo

1673 - Luglio - Gli esploratori francesi Louis Jolliet e padre Jacques Marquette scendono il Mississippi fino alla foce del fiume Arkansas. Avvertiti dagli indiani Quapaw (Arkansas) di tribù ostili più a sud tornano indietro. Nel luglio 1674 tornarono a nord, dopo aver raggiunto i villaggi Quapaw di "Akansae" o "Kappa" vicino alla confluenza dei fiumi Arkansas e Mississippi.

1682 - 13 marzo - Rene-Robert Cavelier, Sieur de La Salle, raggiunge l'Arkansas verso la foce del Mississippi. Visita un villaggio Quapaw e rivendica la terra in nome del re Luigi XIV.

1686 - Henri de Tonti fondò l'Arkansas Post, il primo insediamento nella bassa valle del fiume Mississippi. Servì come stazione commerciale, stazione di transito per i viaggi sul fiume Mississippi e sede di una missione gesuita per alcuni anni.

Cronologia della storia dell'Arkansas del XVIII secolo

1721 - Un gruppo di 1.300 coloni mezzo affamati - bianchi e schiavi neri - abbandona l'Arkansas Post dopo il crollo del piano di John Law per sviluppare la valle del Mississippi.

1762 - La Francia cede il territorio della Louisiana, compreso l'Arkansas, alla Spagna, ma i soldati francesi continuano a presidiare l'Arkansas Post.

Cronologia della storia dell'Arkansas del XIX secolo

1803 - Gli Stati Uniti acquistano il Territorio della Louisiana dalla Francia, che lo aveva ripreso dalla Spagna come parte del Trattato di San Ildefonso.

1818 - I Quapaw cedono le loro terre tra i fiumi Red e Arkansas.

1819 - 2 marzo - L'Arkansas, che fa parte del Territorio del Missouri dal 1812, viene distaccato e trasformato in territorio. 20 novembre: Arkansas Gazzetta, il primo giornale in Arkansas, pubblicato.

1821 - 25 ottobre - La capitale si sposta dall'Arkansas Post a Little Rock.

1822 - 16 marzo - Il Aquila, primo battello a vapore a risalire il fiume Arkansas, arriva a Little Rock.

1830 - 28 maggio - Il Congresso stabilisce il confine che separa l'Arkansas dal Territorio Indiano a ovest.

1832-1839 - Rimozione delle "Cinque tribù civilizzate" di indiani dal sud-est attraverso l'Arkansas fino al territorio indiano.

1836 - 15 giugno - L'Arkansas divenne il 25esimo stato il 15 giugno 1836, con Little Rock come capitale.

1846 - Disillusi dal crollo di due banche statali, i legislatori ratificano un emendamento costituzionale che impedisce a qualsiasi istituto bancario di essere stabilito nello stato.

1858 - Edward Payson Washburn dipinge Il viaggiatore dell'Arkansas.

1859 - 12 febbraio - Firma della legge che ordina a tutti i negri liberi di uscire dall'Arkansas entro la fine dell'anno.

1860 - Alla vigilia della guerra civile, l'Arkansas ha una popolazione di 435.450 abitanti, di cui 111.115 sono schiavi neri e 11.481 sono proprietari di schiavi.

  • Febbraio - Viene adottata la Costituzione Confederata Provvisoria (Giornata Confederata della Costituzione). Arsenale a Little Rock, AR occupato dalle truppe statali
  • 6 maggio - Una convenzione vota per la secessione dall'Unione e l'adesione alla Confederazione. Il primo dei circa 60.000 residenti dell'Arkansas si unisce alle truppe confederate, ma circa 9.000 bianchi e più di 5.000 neri combattono dalla parte dell'Unione durante la guerra.
  • 7-8 marzo - Battaglia di Pea Ridge nell'Arkansas nordoccidentale. Un'avanzata confederata a nord viene respinta.
  • 2 agosto - Schermaglia a Jonesboro, AR
  • 25 luglio - Schermaglia a Brownsville, AR e Williamsburg, KY
  • 10 settembre: le truppe federali occupano Little Rock.
  • Una convenzione unionista abolisce la schiavitù in Arkansas e adotta una nuova costituzione per lo stato.
  • Schermaglia a Benton, AR e Pleasant Hill, MO

1866 - Agosto - Gli ex confederati spazzano il controllo della legislatura e approvano leggi che negano ai neri il diritto di far parte di giurie, servire nella milizia o frequentare scuole pubbliche bianche.

1867 - 2 marzo - Il Congresso approva il Reconstruction Act, che annulla il governo dell'Arkansas e di altri nove stati del sud.

1868 - 13 marzo - Una nuova costituzione adottata tramite referendum emancipa i negri e priva i soldati ex confederati. 22 giugno. Arkansas riammesso nell'Unione. Novembre. Il governatore Powell Clayton dichiara la legge marziale in gran parte dello stato, una milizia prevalentemente nera combatte il Ku Klux Klan.

1871 - Completamento di una ferrovia tra Memphis e Little Rock.

1872 - Apertura dell'Università dell'Arkansas a Fayetteville.

  • 15 maggio - La "guerra Brooks-Baxter" durata un mese tra pretendenti rivali al governatorato termina quando il presidente Ulysses S Grant ordina alle forze del primo di disperdersi.
  • 13 ottobre - La ratifica di una nuova costituzione che ripristina la franchigia a tutti i bianchi e garantisce i pieni diritti civili ai neri pone fine all'era della Ricostruzione.

1887 - La bauxite scoperta a sud-ovest di Little Rock, il picco di produzione viene raggiunto nel 1918, quando quasi tutta la bauxite americana viene estratta in Arkansas.

1891 - La legislazione Jim Crow separa le carrozze ferroviarie e le stazioni di attesa.

1892 - L'adozione di un emendamento costituzionale che impone una tassa sui sondaggi limita l'elettorato.

1898 - Il Partito Democratico adotta elezioni primarie per soli bianchi.

1899 - L'estrazione della bauxite iniziò nel 1899 e l'Arkansas guidò presto la produzione di tutti gli altri stati.

Cronologia della storia dell'Arkansas del XX secolo

1904 - Vicino a Ulm, William H Fuller coltiva 70 acri di riso, creando una delle colture principali dello stato.

1906 - 1 agosto - Diamanti trovati vicino a Murfreesboro, che diventa il sito dell'unica miniera di diamanti negli Stati Uniti.

1909 - La produzione di legname è l'industria leader dello stato.

1915 - L'Assemblea Generale del 1915 emanò una legge statale su selvaggina e pesce e creò la Commissione per la selvaggina e il pesce.

1920 - Oltre il 40% della terra coltivata è a cotone, la coltura principale dello stato.

  • La prima stazione radiofonica, WOK a Pine Bluff, iniziò a trasmettere nel 1921.
  • 10 gennaio - La scoperta del petrolio vicino a El Dorado innesca un boom L'Arkansas è quarto tra gli stati petroliferi nel 1924, ma la produzione raggiunge il picco nel 1925.

1927 - Il fiume Mississippi inonda un quinto dello stato.

1953 - La stazione televisiva KATV a Little Rock è andata in onda nel 1953

1955-1967 - Orval E. Faubus è stato il primo governatore dell'Arkansas ad essere eletto per sei mandati (1955-67).

1957 - Il presidente Eisenhower ha dovuto inviare truppe statunitensi per aiutare gli afroamericani a frequentare la Central High School di Little Rock.

1967 - Winthrop Rockefeller divenne il primo governatore repubblicano dell'Arkansas dalla Ricostruzione.

1968: in una sessione speciale a febbraio, l'Assemblea generale approva 67 progetti di legge, tra cui una legge sulla libertà di informazione e la prima legge generale sul salario minimo. A novembre, l'Arkansans ratifica l'emendamento 53, che autorizza gli asili nido nelle scuole pubbliche gratuite dello stato.

1969: L'Università dell'Arkansas istituisce un sistema multi-campus.

1970: Dale Bumpers di Charleston viene eletto governatore, promettendo di liberare l'Arkansas dalla "vecchia macchina e dalla macchina da soldi". A febbraio, un giudice federale dichiara incostituzionale il sistema carcerario dell'Arkansas.

1974: Dale Bumpers sfida con successo J. William Fulbright alle primarie democratiche e vince le elezioni per il Senato degli Stati Uniti. David Pryor di Camden viene eletto governatore. William J. Clinton, professore della University of Arkansas Law School, perde la sua corsa per il seggio al Congresso del Terzo Distretto.

1975: Dopo la fine del conflitto in Vietnam, un numero significativo di immigrati vietnamiti viene trasferito a Camp Chaffee, vicino a Fort Smith, dove molti alla fine si stabiliscono. L'11 ottobre, il professor William Clinton sposa Hillary Rodham.

1976: Il professor Clinton viene eletto procuratore generale, sostenendo il risarcimento delle vittime, i diritti degli anziani, leggi etiche severe per i funzionari pubblici, un controllo più rigoroso dei servizi pubblici e si oppone alla telefonata a pagamento da venticinque centesimi.

1978: Il procuratore generale Bill Clinton è eletto governatore.

1980: L'Arkansas è classificato tra i primi cinque stati in percentuale della popolazione di età superiore ai 65 anni, a causa del "Movimento dei pensionati". A maggio, il governo federale informa il governatore Clinton che Camp Chaffee ospiterà 120.000 "flottiglia della libertà" cubani. Bill Clinton viene sconfitto da Frank White, un tempo democratico, nella sua candidatura per un secondo mandato come governatore.

1982: La legge sulla "scienza della creazione" dell'Arkansas viene ribaltata nella Corte distrettuale federale Bill Clinton è rieletto governatore.

1983: La legge sulla qualità dell'istruzione viene approvata dall'Assemblea generale. L'istruzione diventa ancora una volta una questione ampiamente dibattuta in Arkansas.

1984: Gli elettori approvano l'emendamento 63 che concede ai funzionari in tutto lo stato un mandato di quattro anni, anziché di due anni. Clinton è rieletto governatore.

1986: Clinton viene nuovamente rieletto, questa volta per un mandato di quattro anni.

1988: Viene creata la Mississippi Delta Commission con la missione di investigare e migliorare la vita del Delta.

1990: Il governatore Clinton vince un quinto mandato come governatore. I latinos sono la minoranza in più rapida crescita dell'Arkansas. Tyson Foods di Springdale è il più grande processore di pollo da carne della nazione.

1991: Il 3 ottobre il governatore Clinton annuncia che si candiderà alla presidenza degli Stati Uniti. Il tenente governatore Jim Guy Tucker diventa governatore ad interim in assenza di Clinton. Il 18 ottobre vede l'ultimo numero dell'Arkansas Gazette, il "giornale più antico a ovest del Mississippi".

1992: Bill Clinton viene eletto 42esimo presidente degli Stati Uniti. Il vicegovernatore Jim Guy Tucker diventa governatore.

1994: Jim Guy Tucker viene eletto governatore Sharon Priest è la prima donna eletta alla carica di Segretario di Stato dell'Arkansas.

1996: Il repubblicano Tim Hutchinson viene eletto al Senato degli Stati Uniti, il primo del suo partito in oltre 100 anni a rappresentare lo stato a Washington. Il governatore Tucker si dimette dal suo incarico a luglio e gli succede il vicegovernatore repubblicano Mike Huckabee. A novembre, Bill Clinton vince la rielezione alla presidenza.

1997: Le cerimonie alla Little Rock Central High School segnano il quarantesimo anniversario della crisi di desegregazione.

1998: Mike Huckabee è eletto governatore.

Cronologia della storia dell'Arkansas del 21° secolo

2000: L'Arkansas restituisce la maggioranza repubblicana al voto presidenziale.

2002: Wal-Mart con sede a Bentonville è identificata come la più grande società del mondo.

2008: Mike Huckabee si candida alla presidenza degli Stati Uniti. Viene sconfitto alle primarie. Viene eletto presidente degli Stati Uniti il ​​primo afroamericano: Barack Obama.

Fonte: Segretario di Stato dell'Arkansas. Inoltre, vedere Arkansas Department of Heritage per ulteriori informazioni.


Arkansas

10 città più grandi (2013): Little Rock, 197.357 Fort Smith, 87.650 Fayetteville, 78.960 Springdale, 75.229 Jonesboro, 71.551 North Little Rock, 66.075 Conway, 63.816 Rogers, 60.112 Pine Bluff, 46.094 Bentonville, 40.167

Centro geografico: In Pulaski Co., 20 km. SO di Little Rock

Numero di contee: 75

Regione più grande per popolazione e area: Pulaski, 388.953 (2012) Union, 1.055 sq mi.

Censimento della popolazione residente 2010 (grado): 2,915,918 (32). Maschio: 1,431,637 Femmina: 1,484,281. Bianco: 2,245,229 (77.0%) Nero: 449,895 (15.4%) Indiano americano: 22,248 (0.8%) Asiatico: 36,102 (1.2%) Altra razza: 99,571 (3.4%) Due o più gare: 57,010 (2.0%) Ispanico/latino: 186,050 (6.4%). 2010 popolazione 18 anni e più: 2,204,443 65 anni e più: 419,981 età media: 37.4.

Lo spagnolo Hernando de Soto fu tra i primi esploratori europei a visitare il territorio a metà del XVI secolo, ma fu un francese, Henri de Tonti, che nel 1686 fondò il primo insediamento bianco permanente l'Arkansas Post. Nel 1803 l'area fu acquisita dagli Stati Uniti come parte dell'acquisto della Louisiana.

Parte del Territorio del Missouri dal 1812, l'area divenne un'entità separata nel 1819 dopo l'arrivo della prima grande ondata di coloni. I decenni successivi furono caratterizzati dallo sviluppo dell'industria del cotone e dalla diffusione del sistema di piantagioni del sud ad ovest nell'Arkansas. L'Arkansas si unì alla Confederazione nel 1861, ma dal 1863 la parte settentrionale dello stato fu occupata dalle truppe dell'Unione.

I prodotti alimentari sono il più grande settore occupazionale dello stato, con legname e prodotti in legno al secondo posto. L'Arkansas è anche leader nella produzione di cotone, riso e soia. Ha anche l'unica miniera di diamanti attiva del paese situata vicino a Murfreesboro, è gestita come attrazione turistica.

Il parco nazionale di Hot Springs e il fiume nazionale di Buffalo negli Ozarks sono le principali attrazioni dello stato. Interessanti sono anche le Blanchard Springs Caverns, l'Historic Arkansas Museum a Little Rock, il William J. Clinton Birthplace a Hope e l'Arkansas Folk Center a Mountain View. La novità del 2011 è il Crystal Bridges Museum for American Art, progettato da Moshe Safdie, che ospita la collezione dell'ereditiera di Walmart Alice Walton.

Nel 2008, l'Arkansas si è unito alla sfortunata lista di stati che hanno subito sparatorie a scuola: quattro uomini sono stati accusati di omicidio capitale e altri reati per la sparatoria mortale di due studenti e il ferimento di un terzo vicino a un dormitorio dell'Università dell'Arkansas centrale.

Inondazioni improvvise hanno spazzato l'area ricreativa di Albert Pike, uccidendo 19 persone nel 2010. Un anno dopo, il fiume Mississippi ha inondato più di 1 milione di acri e 63 contee sono state dichiarate aree disastrate.


La nostra storia

CLEBURNE COUNTY, ARKANSAS, la più giovane (75°) dello stato, è stata creata il 20 febbraio 1883 e prende il nome dal maggiore generale Patrick R. Cleburne. Il maggiore generale Cleburne entrò nel servizio confederato dal 1861 come colonnello della prima fanteria dell'Arkansas e raggiunse il grado di maggiore generale.

In quest'era di correttezza politica, revisionismo storico e auto-imposta, social-censura, alcuni potrebbero obiettare che Cleburne, la più alta classifica delle "decine di migliaia di nativi irlandesi che hanno prestato servizio nella guerra civile", non dovrebbe essere onorato perché ha ha combattuto per il Sud, e quindi, si direbbe, ha difeso la schiavitù.

Un argomento del genere sarebbe disinformato. Piuttosto, Cleburne non dovrebbe essere solo ricordato, ma amato ed emulato per la sua difesa della libertà. Come la maggior parte degli uomini che hanno combattuto per il Sud, Cleburne non ha mai posseduto uno schiavo.

Per giocare, tieni premuto il tasto Invio. Per interrompere, rilasciare il tasto Invio.

Fare clic sulle frecce per visualizzare altre immagini. Clicca sull'immagine per visualizzare l'immagine ingrandita.

Il paesaggio della contea è aspro: montuoso a nord fino a terreno accidentato e ondulato a sud. La diga idroelettrica di Greers Ferry, un bacino idrico di 40.000 acri, ha lasciato il posto a un boom ricreativo che è continuato costantemente dal 1963. Migliaia di visitatori visitano quest'area ogni anno. La pesca, la nautica e la caccia nella zona sono grandi. Un centro visitatori, un vivaio ittico nazionale per la trota iridea, la diga e la centrale elettrica si affacciano e un sentiero naturale insieme al gelido Little Red River pieno di trote lo rendono un luogo popolare. A Heber Springs, un parco cittadino di 10 acri ospita sette sorgenti minerali. Il tribunale splendidamente restaurato, che si trova sulla piazza della città, è elencato nel Registro nazionale dei luoghi storici. Lo sviluppo industriale, l'allevamento di bovini e pollame e il turismo costituiscono la base economica della contea. Tornei di pesca, convegni, riunioni e spettacoli di artigianato offrono intrattenimento familiare per i cittadini locali e molti visitatori. Il sabato sera si anima a Heber Springs con la musica country.

Società storica della contea di Cleburne

Scopri di più sulla nostra storia visitando: http://www.cleburnehistory.info/

La Cleburne County Historical Society si trova sulla 102 E Main Street a Heber Springs. Hanno un meraviglioso museo e una biblioteca di ricerca.

Lo storico Old Post Office è stato costruito nel 1937 come edificio federale, ospitando un ufficio postale al piano principale e gli uffici del Dipartimento dell'agricoltura nel seminterrato. L'edificio è stato ampliato nel 1962 e venduto alla contea quando è stato costruito un nuovo ufficio postale nel 1991. La contea ha utilizzato l'edificio come tribunale distrettuale fino al 2013 e poi è servito come sede temporanea per la biblioteca della contea. La contea e la Historical Society hanno collaborato alla creazione di un centro storico della contea nel luogo. L'originale murale dell'ufficio postale, dipinto nel 1939, è stato riportato nella sua posizione originale nell'area del museo.


Storia dell'Arkansas - Storia


Lo skyline di Little Rock di Bruce W. Strangener

Il primo europeo ad arrivare in Arkansas fu l'esploratore spagnolo Hernando de Soto nel 1541. De Soto prese contatto con le popolazioni locali e visitò l'area che oggi è chiamata Hot Springs, Arkansas. Fu solo più di 100 anni dopo che il primo insediamento europeo fu stabilito quando l'esploratore Henri de Tonti costruì l'Arkansas Post nel 1686. De Tonti sarebbe poi diventato noto come il "Padre dell'Arkansas".

L'Arkansas Post divenne una base centrale per i cacciatori di pellicce nella regione. Alla fine altri europei si trasferirono in Arkansas. Molti coltivavano la terra mentre altri continuavano a intrappolare e commerciare pellicce. La terra passò di mano tra Francia e Spagna, ma questo non influì molto sui coloni.

L'acquisto della Louisiana

Nel 1803, Thomas Jefferson e gli Stati Uniti acquistarono una vasta regione di terra dalla Francia chiamata Louisiana Purchase. Per $ 15.000.000 gli Stati Uniti hanno acquisito tutta la terra a ovest del fiume Mississippi fino alle Montagne Rocciose. La terra dell'Arkansas è stata inclusa in questo acquisto.

Inizialmente l'Arkansas faceva parte del territorio del Mississippi con l'Arkansas Post come capitale. Nel 1819 divenne un territorio separato e nel 1821 fu istituita una nuova capitale a Little Rock. Il territorio continuò a crescere e il 15 giugno 1836 fu ammesso nell'Unione come 25esimo stato.


fiume nazionale bufalo dal Servizio Parco Nazionale

Quando l'Arkansas divenne uno stato, fu ammesso come stato schiavista. Gli stati schiavi erano stati in cui la schiavitù era legale. Quando iniziò la guerra civile nel 1861, circa il 25% delle persone che vivevano in Arkansas erano schiavi. La gente in Arkansas non voleva andare in guerra all'inizio e inizialmente ha votato per rimanere nell'Unione. Tuttavia, nel maggio del 1861 cambiarono idea e si separarono dall'Unione. L'Arkansas divenne membro degli Stati Confederati d'America. Diverse battaglie furono combattute in Arkansas durante la Guerra Civile, tra cui la Battaglia di Pea Ridge, la Battaglia di Helena e la Campagna del Red River.

La guerra civile terminò con la sconfitta della Confederazione nel 1865. L'Arkansas fu riammesso nell'Unione nel 1868, ma gran parte dello stato era stato danneggiato dalla guerra. La ricostruzione richiese anni e i carpetbaggers dal nord arrivarono e si approfittarono dei poveri meridionali. Non è stato fino alla fine del 1800 che la crescita delle industrie del legname e mineraria ha aiutato l'Arkansas a riprendersi economicamente.

Negli anni '50 l'Arkansas divenne un centro del movimento per i diritti civili. Un importante evento per i diritti civili ebbe luogo in Arkansas nel 1957, quando nove studenti afroamericani decisero di frequentare una scuola superiore tutta bianca. Erano chiamati i Little Rock Nine. In un primo momento, il governatore dell'Arkansas ha cercato di impedire agli studenti di frequentare la scuola, ma il presidente Eisenhower ha inviato truppe dell'esercito americano per proteggere gli studenti e assicurarsi che potessero andare a scuola.


Protesta per l'integrazione di Little Rock di John T. Bledsoe


Contenuti

Scoperta e insediamento Modifica

I membri di molte tribù di nativi americani si erano radunati nella valle per un numero incalcolabile di anni per godere delle proprietà curative delle sorgenti termali. [6] [7]

Nel 1673, padre Marquette e Jolliet esplorarono l'area e la rivendicarono per la Francia. Il Trattato di Parigi del 1763 cedette la terra alla Spagna, tuttavia nel 1800 il controllo fu restituito alla Francia fino all'acquisto della Louisiana del 1803.

Nel dicembre 1804, il dottor George Hunter e William Dunbar fecero una spedizione alle sorgenti, trovando una capanna di tronchi solitaria e alcuni rifugi rudimentali usati dalle persone che visitavano le sorgenti per le loro proprietà curative. Nel 1807, un uomo di nome Prudhomme divenne il primo colono della moderna Hot Springs, e fu presto raggiunto da John Perciful e Isaac Cates.

On August 24, 1818, the Quapaw Native Americans ceded the land around the hot springs to the United States in a treaty. After Arkansas became its own territory in 1819, the Arkansas Territorial Legislature requested in 1820 that the springs and adjoining mountains be set aside as a federal reservation. Twelve years later, in 1832, the Hot Springs Reservation was created by the United States Congress, granting federal protection of the thermal waters. The reservation was renamed Hot Springs National Park in 1921.

Civil War Edit

The outbreak of the American Civil War left Hot Springs with a declining bathing population. [8] After the Confederate forces suffered defeat in the Battle of Pea Ridge in March 1862, the Union troops advanced toward the Confederate city of Little Rock. Confederate Governor Henry M. Rector moved his staff and state records to Hot Springs. Union forces did not attack Little Rock, and the government returned to the capital city on July 14, 1862.

Many residents of Hot Springs fled to Texas or Louisiana and remained there until the end of the war. In September 1863, Union forces occupied Little Rock. During this period, Hot Springs became the prey of guerrilla bands loosely associated with either Union or Confederate forces. They pillaged and burned the near-deserted town, leaving only a few buildings standing at the end of the Civil War. [9]

Rebuilding Edit

After the Civil War, extensive rebuilding of bathhouses and hotels took place at Hot Springs. The year-round population soared to 1,200 inhabitants by 1870. By 1873 six bathhouses and 24 hotels and boardinghouses stood near the springs. In 1874, Joseph Reynolds announced his decision to construct a narrow-gauge railroad from Malvern to Hot Springs completion in 1875 resulted in the growth of visitation to the springs. Samuel W. Fordyce and two other entrepreneurs financed the construction of the first luxury hotel in the area, the first Arlington Hotel, which opened in 1875. [9]

During the Reconstruction Era, several conflicting land claims reached the U.S. Congress and resulted on April 24, 1876, Supreme Court ruling that the land title of Hot Springs belonged to the federal government. Protests ensued. To deal with the situation, Congress formed the Hot Springs Commission to lay out streets in the town of Hot Springs, deal with land claims, define property lines, condemn buildings illegally on the permanent reservation (now the national park), and define a process for claimants to purchase land. The commission surveyed and set aside 264.93 acres (1.0721 km 2 ) encompassing the hot springs and Hot Springs Mountain to be a permanent government reservation. Another 1,200 acres (4.9 km 2 ) became the Hot Springs townsite, with 700 acres (2.8 km 2 ) awarded to claimants. The townsite consisted of 196 blocks and 50 miles (80 km) of streets and alleys. The remaining portion of the original four sections of government land consisted of hills and mountains which were mostly unoccupied, and Congress acted on the commission's recommendation in June 1880 by adding those lands to the permanent reservation. [9]

Baseball in Hot Springs Edit

Hot Springs has a rich baseball history. During the early 20th century, Hot Springs was known for baseball training camps. Often called the "birthplace" of Spring Training baseball, Hot Springs first welcomed Major League Baseball in 1886, when the Chicago White Stockings (now the Chicago Cubs), brought their coaches and players to the city in preparation for the upcoming season. [10] [11] Chicago White Stockings' President Albert Spalding, the founder of A.G Spalding, and player/manager Cap Anson introduced the concept of players having training and fitness before the start of the regular season, This move gave credit to Hot Springs being called the "birthplace of spring training baseball". Both Spalding and Anson, liked the city and the natural springs for their players. They first played in an area behind what is now the Garland County Courthouse on Ouachita Avenue at was called the Hot Springs Baseball Grounds. Many other teams followed Chicago and soon began training in Hot Springs [12]

Needing additional venues for teams to play, Whittington Park was built in 1894, followed by Majestic Park (1908) and Fogel Field (1912). 134 members of the Baseball Hall of Fame are documented to have trained or played, in Hot Springs. The Cleveland Spiders, Pittsburgh Pirates, Brooklyn Dodgers, Chicago Cubs, Cincinnati Reds, Detroit Tigers, New York Yankees, St. Louis Cardinals and Boston Red Sox were among the teams that made Hot Springs their home base. [11]

Negro league baseball teams also utilized Hot Springs for Spring Training. The Pittsburgh Crawfords utilized Fogel Field for spring training from 1932 to 1935. Their roster contained Baseball Hall of Fame Inductees Cool Papa Bell, Josh Gibson, Oscar Charleston and Judy Johnson. [13] [14] [15] The Homestead Grays, held spring training at Fogel Field in 1930 and 1931. On their roster were numerous Hall of Fame players: Cool Papa Bell, Josh Gibson, Oscar Charleston, Jud Wilson, Bill Foster, Judy Johnson, Smokey Joe Williams, Willie Wells and Cum Posey. [16]

St. Patrick's Day, 1918, is nicknamed the "Day that changed Baseball Forever."Boston Red Sox' pitcher Babe Ruth hit a long Home Run into the Arkansas Alligator Farm and Petting Zoo that altered the course of baseball history. In the opening exhibition game against Brooklyn at Whittington Park, Ruth (coming off a 24–13 season) was a last minute replacement at first base, his first time at a position other than pitcher. Ruth hit two long home runs that day while playing the field for the first time. His first home run was a long blast that landed in a wood pile. However, his second Home run is legendary in its record setting length and eventual effect on Ruth. It was a shot that traveled an astonishing estimated 573 feet. [17] [18] [19]

After that day Ruth became a hitter, switching from being just a pitcher. In Hot Springs, Ruth could be seen walking the streets, visiting the bath spas, and gambling at the nearby horse track. There is a Ruth plaque both inside and outside the Alligator Farm, as well as a home plate marker at the former Whittington Park across the street. [20]

The Pittsburgh Pirates trained for over a decade at Whittington Park. Hall of Fame shortstop Honus Wagner became a fixture in the city. As evidence of this Wagner purchased and donated basketball uniforms and equipment to Hot Springs High School in 1912. The uniforms were in the Pittsburgh Pirates colors of black and gold and subsequently the high school switched permanently to those colors. Wagner also refereed a basketball game for the school that season, something he would later repeat. [21]

On October 22, 1953, Jackie Robinson played in an exhibition game at Jaycee Park. Having broken Major League Baseball's color barrier in 1947, Robinson's squad played the Negro American League All-Stars that day, losing 14–9. [26]

The First Boys of Spring is a 2015 documentary on the history of Hot Springs Baseball Spring Training. The film features many Hot Springs historical items and references. Produced by Arkansas filmmaker Larry Foley, it is narrated by Hot Springs area native, actor Billy Bob Thornton. [27] [28] [29] The Foley documentary is aired nationally on the MLB Network, first airing in February, 2016. [30]

Today, as part of the Hot Springs Baseball Historic Trail, there are 26 green plaques/markers posted throughout Hot Springs that identify the key people and locations, with an app available to provide live information. [31]

1913 fire Edit

On September 5, 1913, a fire broke out on Church Street a few blocks southeast of Bathhouse Row, near the Army and Navy Hospital. The fire burned southeast, away from the hospital, until the wind reversed an hour later. Racing toward the business section, it destroyed the Ozark Sanitarium and Hot Springs High School on its way across Malvern Avenue. Along the way it consumed the Public Utilities plant, which destroyed the firefighters' water supply. A wide front then was blown toward Ouachita Avenue which destroyed the Garland County Court House. The Hot Springs Fire Department fought alongside the Little Rock Fire Department, which had rushed over on a special train. Despite their efforts, numerous homes, at least a hundred businesses, four hotels, the Iron Mountain Railroad facilities, and the Crystal Theater were destroyed. A rainstorm finally quenched the blaze at Hazel Street. Although Central Avenue was ultimately protected (primarily by desperate use of dynamite), much of the southern part of the city was destroyed. Damage was estimated at $10,000,000 across 60 blocks. [32] [33]

Formation of the Assemblies of God Edit

From April 2–12, 1914 several Pentecostal Christian leaders gathered in Hot Springs to form what became known as the Assemblies of God. It has since grown to become one of the largest Pentecostal denominations in the United States, with 3,146,741 adherents, 12,849 churches, and 36,884 ministers (as of 2014 [update] ). [34]

Gangsters and illegal gambling Edit

Illegal gambling became firmly established in Hot Springs during the decades following the Civil War, with two factions, the Flynns and the Dorans, fighting one another throughout the 1880s for control of the town. Frank Flynn, leader of the Flynn Faction, had effectively begun paying local law enforcement officers employed by both the Hot Springs Police Department and the Garland County Sheriff's Office to collect unpaid debts, as well as to intimidate gambling rivals. This contributed to the March 16, 1899, Hot Springs Gunfight. Of the seven Hot Springs police officers who have been killed while in service of the department, three died during that gunfight, killed by deputies of the Garland County Sheriff's Office. One part-time deputy sheriff was killed also, by the Hot Springs officers. [ citazione necessaria ]

Along with Bathhouse Row, one of downtown Hot Springs' most noted landmarks is the Arlington Hotel, a favored retreat for Al Capone. [35]

Hot Springs eventually became a national gambling mecca, led by Owney Madden and his Hotel Arkansas casino. The period 1927–1947 was its wagering pinnacle, with no fewer than ten major casinos and numerous smaller houses running wide open, the largest such operation in the United States at the time [ citazione necessaria ] . Hotels advertised the availability of prostitutes, and off-track booking was available for virtually any horse race in North America. [ citazione necessaria ]

Local law enforcement was controlled by a political machine run by long-serving mayor Leo P. McLaughlin. The McLaughlin organization purchased hundreds of poll tax receipts, many in the names of deceased or fictitious persons, which would sometimes be voted in different precincts. A former sheriff, who attempted to have the state's anti-gambling laws enforced and to secure honest elections, was murdered in 1937. No one was ever charged with his killing. Machine domination of city and county government was abruptly ended in 1946 with the election of a "Government Improvement" slate of returning World War II veterans led by Marine Lt. Col. Sid McMath, who was elected prosecuting attorney. A 1947 grand jury indicted several owners and promoters, as well as McLaughlin, for public servant bribery. Although the former mayor and most of the others were acquitted, the machine's power was broken and gambling came to a halt, as McMath led a statewide "GI Revolt" into the governor's office in 1948. Illegal casino gambling resumed, however, with the election of Orval Faubus as governor in 1954. Buoyed into 12 years in office by his popular defiance of federal court desegregation orders, Faubus turned a blind eye to gambling in Hot Springs. [36] [37] [38]

Gambling was finally closed down permanently in 1967 by two Republican officeholders, Governor Winthrop Rockefeller and Circuit Judge Henry M. Britt. Rockefeller sent in a company of state troopers to shutter the casinos and burn their gaming equipment. Until other forms of gambling became legal in Arkansas four decades later, [39] Oaklawn Park, a thoroughbred horse racing track south of downtown, was the only legal gambling establishment in Hot Springs and one of only two in the state of Arkansas the other was the Southland Greyhound Park dog track in West Memphis. Both Oaklawn and Southland remain in operation. [40]

Army-Navy Hospital Edit

After the Civil War, the idea of establishing an Army-Navy hospital in Hot Springs was advocated by A.S. Garnett, a former Navy surgeon with a local practice, and John A. Logan, a retired Union general turned politician who was a former patient of Garnett's. In 1884, Logan persuaded Congress to allocate $100,000 for the purpose. Erected under the supervision of Captain J.W. Jacobs, the 100-bed hospital was built of wood and brick in the "pavilion style" that required patients and clinicians to traverse long distances.

After World War I, Congress granted $1.5 million to build a new facility. Built under Captain Edward George, it could hold 500 patients and contained such cutting-edge technology as an X-ray wing and temperature-controlled morgue. The operating rooms and equipment was thought to be the finest in the country.

Yet after the United States entered World War II, the hospital was once again overwhelmed. The Army and Navy arranged to send some overflow to the nearby Arlington and Majestic hotels. The hospital also trained dentists, surgeons, and pharmacists, and housed the first enlisted medical technician school for the Women's Army Corps.The grounds contained a kitchen, living quarters for nurses and physicians. Among the famous people treated at the hospital were Helen Keller and Joe DiMaggio. The hospital was closed on April 1, 1960, likely because local demand dropped. The grounds were sold to the state of Arkansas for one dollar. [41] [42]

World War II Edit

The military took over the enormous Eastman Hotel across the street from the Army and Navy Hospital in 1942 because the hospital was not nearly large enough to hold the sick and wounded coming in. In 1944, the Army began redeploying returning overseas soldiers officials inspected hotels in 20 cities before selecting Hot Springs as a redistribution center for returning soldiers. In August 1944 the Army took over most of the hotels in Hot Springs. The soldiers from the west-central states received a 21-day furlough before reporting to the redistribution station. They spent 14 days updating their military records and obtaining physical and dental treatment. The soldiers had time to enjoy the baths at a reduced rate and other recreational activities. The redistribution center closed down in December 1945 after processing more than 32,000 members of the military. In 1946, after the war, the Eastman was demolished when the federal government no longer needed it. [9]

21st century Edit

In 2013, the metro was ranked by Forbes as one of the top "small places for business and careers", citing a low cost of doing business, high job growth and an educated workforce. [43] The first cannabis dispensary in the state opened in May 2019 in the city. [44]


History & Culture

Our History & Culture section is laid out in table format in order to present the large amount of content we have available in a more organized manner. Any questions, comments and/or corrections are welcome and greatly appreciated and will be responded to in a timely manner. Also, if you have information related to the scope-of-history covered by the Fort Smith National Historic Site, please feel free to submit it for review and possible addition to the site (credit is given where credit is due!)

The history of the Fort Smith area abounds with tales of heroism, battles, and social justice. Walk where soldiers drilled, reflect along the Trail of Tears overlook, and stand where justice was served and carried out. There are many individuals who made history at Fort Smith, and their actions and attitudes can serve both as inspiration and lessons learned. The Fort Smith National Historic Site includes the remains of two frontier forts and the Federal Court for the Western District of Arkansas. Judge Isaac C. Parker, known as the "hangin' judge," presided over the court for 21 years.


Storia

Boone County, Arkansas was founded on April 9, 1869, making it the 62nd county formed in the state of Arkansas. Becoming part of the United States with the Louisiana Purchase, that area was part of the Missouri Territory in 1812 when Louisiana was admitted as a state.

When Arkansas became a territory, the area was part of Lawrence and Izard counties before Carroll County was established in 1833. The land that became Boone County had a small strip in Marion County and a much larger portion in Carroll County. The Arkansas legislature created Boone County from Carroll County in 1869 and added the Marion County portion in 1875.

With almost 592 sq. miles of land and 10.6 sq. miles of water, the county has grown from 7,032 in the 1870 census to now boasting a population of 36,903 during the 2010 census.

Located in the northwest portion of the state, Boone County is located entirely within the Ozark Mountains, with the Boston Mountains to the south and portions of Bull Shoals Lake and Table Rock Lake located in the northeat and northwest corners. With Crooked Creek, a great place for bass fishing, running through the county from south to east.

Some believe Boone County was named after Daniel Boone, but this is not the case. In fact, the original name of the county was Boon and the "e" was added years later. Originally, it was named Boon because it was believed it would be a "boon" for all who moved there.

Col. Marcus LaRue Harrison, for whom the City of Harrison is named, was born in Groton, New York, the son of Marcus Harrison, a Presbyterian minister and anti-slavery activist. Harrison's childhood was spent in various locations in New York, Michigan and Illinois. By 1850 he had settled in Nashville, Illinois.

During the 1850's, Harrison was involved in the railroad business, working for the Burlington and Missouri River Railroad as master of buildings and car repairs. In 1861, Harrison enlisted in the thirty-sixth Illinois Volunteer Regiment as a private. He accompanied that unit to southern Missouri and was made an acting lieutenant of engineers to build defenses around Springfield. During the summer of 1862, he received permission to organize Arkansas Unionist refugees in southern Missouri into the First Arkansas Calvary Regiment. During the war, the Regiment saw action in battles at Prairie Grove and Fayetteville and at other battle sites in northwest Arkansas. As colonel, Harrison commanded the unit throughout its existence. Fayetteville became the headquarters of the unit, which was charged with responsibility for the occupation of Benton, Carroll, Madison, Marion, Newton, Searcy and Washington counties. Pacification of this badly divided region involved countering the activities of guerrilla bands, an endeavor to which Harrison was willing to apply innovative and controversial techniques.

After the war, Harrison played a key role in the promotion of the Pacific and Great Eastern Railroad, a line projected to run from the Missouri boot heel to the western boundary of Arkansas. Harrison took the title of chief engineer for the company and acted as its lobbyist in the state legislature and the U.S. Congress.

As he led a surveying party for his company across the Crooked Creek area of north central Arkansas, Harrison was aproached by a group of real estate promoters to plan a town for them. In return, the promoters named the town Harrison, and a nearby post office was likewise re-designated. After the new town was incorporated, it became the seat of the newly created Boone County.


History of Arkansas - History

Quapaw land stretched on both the east and west banks of the Mississippi River when the Marquette-Jolliet expedition from Canada first encountered members of this tribe in 1673. According to accounts from the explorers, the French were invited to the village of Kappa, some miles north of the mouth of the Arkansas River, and were offered a calumet, or peace pipe, to smoke, an important ceremony for forging alliances. The French called the Quapaws the “Arkansas,” the Illini word for “People of the South Wind,” and so named the river and the countryside after them.

Trade with the French became common for the tribe, and in 1686, a fur dealer named Henri de Tonti established a trading post at the Quapaw village of Osotouy in order to buy pelts from them. Now, the area is home to the Arkansas Post National Memorial near Gillett , run by the National Park Service. The memorial sometimes hosts events involving the Quapaw Tribe, who educate attendees about their history, beliefs and rituals.

Quapaw community was based around the family, a number of which were grouped into clans through the male line. The clans were divided into two groups, the Sky People and Earth People, each practicing related rituals, the former attending to spiritual concerns and the latter to material well-being. The Quapaws also believed in a force called Wakondah, which held everything in balance. Sedentary farmers, they grew corn, beans, squash, gourds and tobacco. Women were in charge of gardening, and butchered and prepared the hides of animals such as deer, bear and buffalo, which men took in hunting. Men waged war, hunted, fished and conducted community affairs in large "longhouses" constructed of parallel rows of poles connected in an arch and covered with bark.

By the beginning of the 19th century, disease and war had reduced the number of Quapaws to around 500, or perhaps half the count of white settlers. That population pressure on the tribe led to two forced treaties with the United States, in 1818 and 1824, by which their territory was reduced to a fraction and eventually consisted of a reservation in northeastern Louisiana. Suffering under difficult conditions of severe weather and starvation there, many Quapaws returned to Arkansas and pressed claims against the government for possession of their homeland. Finally, with few options and little power to wield, they signed a treaty in 1833 that granted them reservation land in Indian Territory.

The current tribal administration, now led by an elected group called the Quapaw Business Council, is based in the northeastern Oklahoma town of Quapaw.


Virtual Jewish World: Arkansas, United States

The first documented Jewish settler in Arkansas was Abraham Block, who came in 1823 and established a store at Washington, Arkansas (now known as Old Washington State Park), located on the Southwest Trail. He was a fairly wealthy man, husband of Frances "Fannie" Isaacs, whose father, Isaiah Isaacs , was the initial Jewish settler in Richmond, Virginia. Block was acquainted with early Texas luminaries, such as Sam Houston, Davy Crockett, Stephen Austin, and Jim Bowie. Block's neighbor, smithy James Black, forged the famous Bowie knife. (Block's two-story home still stands.) He was followed to Arkansas by the brothers Jacob, Hyman, and Louis Mitchell, who immigrated to Hot Springs in 1830. They became successful merchants, conducting a large business between Fort Smith, Little Rock, and Hot Springs. In 1839 the eldest of the brothers, Jacob, organized a stagecoach line between Little Rock and Hot Springs. Samuel Adler, father of Cyrus Adler , settled in Van Buren in the late 1850s.

From 1830 until the close of the Civil War Jews went to Arkansas sporadically. Some 200 Jewish merchants were in the state by 1860 and more than 70 served in the Confederate Army. Several were captured, and two lost their lives. Max Frauenthal, a Civil War hero, settled at Conway in 1872 and established what became one of the state's largest stores. After 1865 there was a large influx of Jews into the state. A number of towns were named for Jews, including such men as Louis and Joseph Altheimer, Adolph Felsenthal, J.D. Goldman, and Morris Levy, all of whom played vital roles in the state's history. Several sawmill towns were named for Jewish men, such as Henry Berger, Sol Bertig, and Victor Waldstein. At the close of the Civil War, the increase in the number of Jews led to the establishment of congregations throughout the state: Anshe Emeth in Pine Bluff and B'nai Israel in Little Rock formed congregations almost simultaneously in 1866&ndash67 Beth El in Helena (1867) Beth El Emeth in Camden (1869) House of Israel in Hot Springs (1875) Mount Sinai in Texarkana (1876) Temple of Israel in Fort Smith (1880) merged with a second congregation and formed United Hebrew Congregation (1886) Orthodox Shul in Jonesboro (1892) Temple Israel in Jonesboro (1896) Agudath Achim in Little Rock (1904) Beth El in Newport (1904) Dermott Congregation in Dermott (1905) B'nai Israel in Pine Bluff (1907) Sheareth Israel in Hot Springs (1907) Bene Israel in Eudora (1912) B'rith Sholom in Osceola (1912) B'nai Israel in Fort Smith (1913) Tifereth Israel in Forrest City (1914) Marianna Congregation in Marianna (1914) Ahavah Achim in Wynne (1915) Ohev Zedek in El Dorado (1920s) Reform Congregation in El Dorado (1920s) Temple Israel in Pine Bluff (1921) Temple Israel in Blytheville (1936) Beth Israel in El Dorado (1940s) Meir Chayim in McGehee (1947) Beth Jacob in Hot Springs (1950) Temple Shalom in Fayetteville (1981) Lubavitch of Arkansas in Little Rock (1992). The Chabad-Lubavitch Hebrew Academy of Arkansas was opened in Little Rock in 2003 with 16 students. An outstanding philanthropic institution is the Leo N. Levi Memorial Hospital (now Levi Hospital) established in 1914 in Hot Springs.

Twentieth Century

In 1931 the Jews of Arkansas formed a Kehillah-type organization, the Arkansas Jewish Assembly, which sought to strengthen the scattered Jews of the state. Supplying spiritual leaders to small congregations, promoting Jewish educational programs and youth groups, and holding yearly conventions, it was successful until 1951, when Jewish Federations began fulfilling such functions. Jews have occupied important government positions in Arkansas, including Jacob Trieber, United States District Court judge, 1900&ndash27 (first Jewish Federal judge), and Sam Frauenthal, associate justice of the Arkansas Supreme Court. In 1997 Annabelle C. Imber, a Jew by choice, was the first woman elected to the Arkansas State Supreme Court. Many other Jewish citizens have served as mayors, aldermen, councilmen, and state senators and representatives.

Rabbi Ira E. Sanders, leader of Congregation B'nai Israel of Little Rock from 1926&ndash63 (and as rabbi emeritus until his death in 1985), was an outspoken proponent of integration during the 1957 school crisis. He was followed in 1963 by Rabbi E.E. Palnick, who continued the civil rights efforts of his predecessor. Little Rock's Jewish women were prominent workers in the Women's Emergency Committee, which sought to reopen the city's high schools, which were closed by Gov. Orval Faubus after the desegregation order.

Of the 30 documented congregations established in the state between 1866 and 2004, only a few survive. Jewish communities with active congregations are located in Little Rock (3), Bentonville, Fayetteville, Fort Smith, Hot Springs, Jonesboro, and Helena (the latter two have but a handful of adherents).

As of 2017, Arkansas's Jewish population was approximately 2,225.

Sources: Encyclopaedia Judaica. © 2008 The Gale Group. All Rights Reserved.

M.K. Bauman and B. Kalin, (eds.), The Quiet Voices: Southern Rabbis and Black Civil Rights, 1880s to 1990s (1997), 95&ndash120 C.G. LeMaster, A Corner of the Tapestry: A History of the Jewish Experience in Arkansas, 1820s&ndash1990s (1994), 3&ndash12, 43&ndash46, 51&ndash93, 222&ndash25, 309&ndash31, 374&ndash78 Sheppard, in: Arkansas State Gazetteer (1866), 319&ndash21, 324&ndash29 AJHSP, 3 (1893), 24, 38 6 (1897), 144, 149, 150 19 (1910), 96 Herndon, in: Centennial History of Arkansas, 2 (1922), 23, 100, 136, 396, 739, 895, 984 D.E. Wagoner, Levi Arthritis Hospital: More Lasting Than Marble or Stone (1984).

Download our mobile app for on-the-go access to the Jewish Virtual Library


Guarda il video: Little Rock, Arkansas, USA . 4K Drone Footage (Gennaio 2022).