Notizia

10 giugno 2015 Giorno 141 del settimo anno - Storia

10 giugno 2015 Giorno 141 del settimo anno - Storia

Il presidente Barack Obama e il vicepresidente Joe Biden parlano prima che il pranzo venga servito nel patio fuori dallo Studio Ovale, 10 giugno 2015.


12:30 IL PRESIDENTE e IL VICE PRESIDENTE si incontrano per pranzo
Sala da pranzo privata

16:00 IL PRESIDENTE incontra il Segretario alla Difesa Carter
ufficio Ovale


Tabernacolo cittadino degli avventisti del settimo giorno ®

Il City Tabernacle ha iniziato a ospitare servizi di persona per la prima volta da metà marzo, con posti e accesso limitati. Prima dell'arrivo, leggere tutte le informazioni di seguito:

Benvenuti al tabernacolo cittadino degli avventisti del settimo giorno, situato nel quartiere di Hamilton Heights (parte di Harlem) a New York, New York. Siamo una comunità cristiana e ci piacerebbe che tu entrassi a far parte della nostra famiglia. Per saperne di più su ciò in cui crediamo, puoi visitare la nostra pagina Chi siamo. Per favore, unisciti a noi per lo studio della Bibbia, il culto e la preghiera.


10 giugno 2015 Giorno 141 del settimo anno - Storia

In Kenya, l'Università Avventista dell'Africa installa un nuovo vicerettore Vincent Injety è il terzo in quella posizione nei 15 anni di storia della scuola. -->

In Australia, l'avventista si unisce alla delegazione cristiana che combatte per i poveri del mondo Quaranta leader donne si incontrano al Parlamento per sostenere un'iniziativa di sensibilizzazione. -->

Ricerca astronomica, spedizioni e un corso di cucina Gli alumni dell'Università La Sierra si riconnettono da lontano in un ritorno a casa virtuale di due giorni. -->

Maranatha fornisce manodopera a basso costo negli Stati Uniti e in Canada Le accademie e i campi avventisti stanno beneficiando dello sforzo e dell'esperienza dei volontari. -->

La scuola avventista negli Stati Uniti porta alla riunione della Mongolia I laureati provenienti da tre regioni del mondo che vivevano nello stesso paese si incrociano nel campus. -->

‘La nostra più grande paura era quella di morire prima di cedere i nostri cuori a Dio’ In Colombia, una coppia chiede il battesimo dopo essere sopravvissuta al COVID-19 e essersi unita a un club di ciclismo. -->


2. Esistono diverse denominazioni del presbiterianesimo.

Durante il Primo Grande Risveglio, i presbiteriani si divisero sulla questione dei revival. Un lato, chiamato il revivalista New Side, credeva nel revivalismo. L'altro, chiamato Old Side anti-revivalista, era considerato anti-revivalista. In seguito, tuttavia, i due gruppi si sono riuniti per formare un sinodo.

Un'altra spaccatura avvenne nel 1810 quando la chiesa richiese che i ministri ordinati fossero formalmente istruiti. Un gruppo di ministri del Kentucky ha deciso di ritirarsi dal PCUSA formato e ha formato il proprio sinodo. In seguito, come la precedente scissione, molti di coloro che se ne sono andati si sono riuniti con il PCUSA.

Nel corso degli anni si sono formate o scisse diverse confessioni presbiteriane. Negli Stati Uniti, attualmente ci sono diversi gruppi. Le più grandi sono la Presbyterian Church U.S.A. (PCUSA) e la Presbyterian Church in America (PCA).

Foto per gentile concessione: ©Thinkstock/walencienne


Piano Consolidato

I piani d'azione annuali del piano consolidato sono la domanda annuale della città di New York all'Ufficio per la pianificazione e lo sviluppo della comunità (HUD-CPD) del Dipartimento per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano degli Stati Uniti per i fondi di sovvenzione di formule da quattro (4) diversi programmi di autorizzazione: Community Development Block Grant (CDBG), HOME Investment Partnership (HOME), Emergency Solutions Grant (ESG) e Housing Opportunities for Persons with AIDS (HOPWA), rispettivamente.

Questi fondi federali vengono utilizzati per affrontare alloggi a prezzi accessibili, senzatetto, servizi abitativi di supporto e esigenze di sviluppo della comunità per programmi che sono stati concepiti per beneficiare direttamente o indirettamente le famiglie a basso e moderato reddito.

L'anno del programma del piano consolidato della città va dal 1 gennaio al 31 dicembre. Il piano d'azione viene pubblicato in vari momenti durante l'anno. Il Piano Proposto viene pubblicato nell'ottobre e nel novembre dell'anno precedente (rispettivamente, commento pubblico e versione per l'invio). La versione (approvata) a gennaio dell'anno del programma e una versione modificata ad agosto.

Inoltre, le località beneficiarie della formula sono tenute a presentare un Piano consolidato completo ogni cinque (5) anni. Il Piano Consolidato completo consiste nella valutazione dei bisogni della città, nell'analisi del mercato (abitativo), nel piano strategico quinquennale e nella domanda di finanziamento annuale. Il Piano Consolidato 2015 è stata la presentazione da parte della città di New York all'HUD-CPD del suo piano strategico quinquennale per gli anni del piano consolidato 2015-2019 e della sua proposta di piano d'azione annuale per il 2015.

Il Citizen Participation Plan (CPP) è la struttura della città di New York per promuovere un dialogo a livello di comunità per identificare le priorità di sviluppo abitativo e comunitario e guidare l'uso dei finanziamenti ricevuti dai programmi di sovvenzione della formula Community Planning and Development (CPD) amministrati dagli Stati Uniti Dipartimento degli Stati per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano (HUD). Il CPP di New York City espone le procedure adottate per incoraggiare la partecipazione dei cittadini alla formulazione del Piano e prevede la partecipazione dei cittadini durante tutto il processo di pianificazione consolidata.

La traduzione è disponibile tramite Google Translate.

Commenti scritti e qualsiasi domanda riguardante il Piano Consolidato può essere indirizzato a:

Lisa Rambaran
Piano Consolidato Program Manager
Dipartimento di Urbanistica
120 Broadway, 31° piano
New York, New York 10271
(212) 720-3295
[email protected]

(Versione commento pubblico)

Il Piano Consolidato 2021 è la presentazione da parte della città di New York all'Ufficio per la pianificazione e lo sviluppo della comunità (HUD-CPD) del Dipartimento per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano degli Stati Uniti del suo piano strategico quinquennale per gli anni del piano consolidato 2021-2025.

CITTÀ DI NEW YORK
DIPARTIMENTO DI URBANISTICA
UFFICIO DI GESTIONE E BILANCIO DEL SINDACO
PROGRAMMA DI SOVVENZIONE DEL BLOCCO DI SVILUPPO DELLA COMUNITÀ
AVVISO DI PROPOSTA DEGLI ASSEGNAZIONI DI PROGRAMMA PER IL PIANO CONSOLIDATO 2021
AVVISO DI DISPONIBILITA' PROPOSTA CITTA' ESERCIZIO 2022
DESCRIZIONI DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLA COMUNITÀ E BUDGET

A TUTTE LE AGENZIE, COMUNITÀ, GRUPPI E PERSONE:

Modifica al Programma di sovvenzioni a blocchi per lo sviluppo della comunità (CD)
Ai sensi della Sezione 91.105(c) del Regolamento del Piano Consolidato del Dipartimento per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano (HUD), la Città propone programmi e stanziamenti di bilancio per il Piano Consolidato 2021/Quarantasettesimo Anno del Programma di Sviluppo Comunitario (CD 47), in vigore dal 1 luglio , 2021. I programmi e gli stanziamenti di bilancio sono individuati nel "Programma di sviluppo comunitario proposto per l'anno fiscale 2022 della città". Questo documento contiene la proposta di budget per l'anno fiscale 2022 della città, la proposta di budget riveduta per l'anno 47 del CD (che sarà incorporata nel piano consolidato 2021) e la proposta di budget per il CD 48. Questo documento non è correlato ai finanziamenti per il ripristino di emergenza di un blocco per lo sviluppo della comunità o ai finanziamenti stanziati in risposta alla pandemia di COVID-19.

A partire da martedì 27 aprile 2021, il documento "Proposed City Fiscal Year 2022 Community Development Program" sarà disponibile per il download tramite il sito web del Department of City Planning all'indirizzo www.nyc.gov/planning. Saranno inoltre disponibili sintesi esecutive in inglese, spagnolo, russo e cinese (semplificato). A causa dell'emergenza COVID-19, il documento non verrà stampato.

Invia i tuoi commenti sulle modifiche proposte a Lisa Rambaran, coordinatrice del piano consolidato, dipartimento di pianificazione urbana all'indirizzo [email protected]) entro la chiusura dell'attività il 27 maggio 2021.

Città di New York: Marisa Lago, Direttore, Dipartimento di Urbanistica
Jacques Jiha, Ph.D., Direttore, Ufficio di gestione e bilancio del sindaco

CITTÀ DI NEW YORK
DIPARTIMENTO DI URBANISTICA
UFFICIO DI GESTIONE E BILANCIO DEL SINDACO
PROGRAMMA DI SOVVENZIONE DEL BLOCCO DI SVILUPPO DELLA COMUNITÀ
AVVISO DI PROPOSTA DI ASSEGNAZIONE DI PROGRAMMA PER IL PIANO CONSOLIDATO 2020
AVVISO DI DISPONIBILITA' PROPOSTA CITTA' ESERCIZIO 2021
DESCRIZIONI DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLA COMUNITÀ E BUDGET

A TUTTE LE AGENZIE, COMUNITÀ, GRUPPI E PERSONE:

Modifica al Programma di sovvenzioni a blocchi per lo sviluppo della comunità (CD)
Ai sensi dell'Articolo 91.105(c) del Regolamento del Piano Consolidato del Dipartimento per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano (HUD), la Città propone programmi e stanziamenti di bilancio per il Piano Consolidato 2020/Quarantaseiesimo Anno del Programma di Sviluppo Comunitario (CD 46), in vigore dal 1 luglio , 2020. I programmi e gli stanziamenti di bilancio sono individuati nel "Programma di sviluppo comunitario proposto per l'anno fiscale 2021". Questo documento contiene la proposta di budget per l'anno fiscale 2021 della città, la proposta di budget per l'anno 46 riveduta del CD (che sarà incorporata nel Piano Consolidato 2020) e la proposta di budget per il CD 47. Questo documento non è correlato ai finanziamenti per il recupero in caso di catastrofe del blocco dello sviluppo della comunità o ai finanziamenti resi disponibili attraverso il Coronavirus Aid, Relief, and Economic Security Act (noto anche come &ldquoCARES Act&rdquo).

A partire da venerdì 17 aprile 2020, il documento "Proposed City Fiscal Year 2021 Community Development Program" sarà disponibile per il download tramite il sito Web del Department of City Planning all'indirizzo www.nyc.gov/planning. Saranno inoltre disponibili sintesi esecutive in inglese, spagnolo, russo e cinese (semplificato). A causa dell'emergenza COVID-19, il documento non verrà stampato.

Invia i tuoi commenti sulle modifiche proposte a Lisa Rambaran, coordinatrice del piano consolidato, dipartimento di pianificazione urbana all'indirizzo [email protected] entro la chiusura dell'attività del 18 maggio 2020.

Città di New York: Marisa Lago, Direttore, Dipartimento di Urbanistica
Melanie Hartzog, Direttore, Ufficio di gestione e bilancio del sindaco
Data: 17 aprile 2020.

Versione commento pubblico

La Città sta adempiendo ai requisiti di partecipazione dei cittadini del Piano Consolidato conducendo un periodo di commento pubblico di 5 giorni che inizia il 10 giugno 2021 ed estende cinque (5) giorni a 14 giugno 2021.

I commenti ricevuti entro la fine del periodo di commento (chiusura dell'attività) riguardanti l'uso di questi fondi federali saranno riassunti e le risposte delle agenzie saranno incorporate in questo documento per la presentazione all'HUD.

Il piano d'azione annuale emendato della città di New York per l'anno del programma del piano consolidato 2019. (Versione modificata del commento pubblico).

La Città sta adempiendo ai requisiti di partecipazione dei cittadini del Piano Consolidato conducendo un periodo di commento pubblico di 15 giorni che inizia il 24 dicembre 2020 ed estende quindici (15) giorni a 7 gennaio 2021.

I commenti ricevuti entro la fine del periodo di commento (chiusura dell'attività) riguardanti l'uso di questi fondi federali saranno riassunti e le risposte delle agenzie saranno incorporate in questo documento per la presentazione all'HUD.

Versione di invio modificata

La città di New York ha modificato il piano d'azione annuale per il suo anno di programmazione del piano consolidato 2018, presentato a HUD-CPD (versione di presentazione modificata).

Il Comune ha adempiuto ai requisiti di partecipazione dei cittadini del Piano Consolidato conducendo un periodo di commento pubblico di 30 giorni che ha avuto inizio il 7 febbraio 2019 ed estendere trenta (30) giorni a 8 marzo 2019.

I commenti ricevuti entro la fine del periodo di commento (chiusura dell'attività) riguardanti l'uso di questi fondi federali dovevano essere riassunti e le risposte delle agenzie incorporate in questo documento per la presentazione all'HUD. Tuttavia, non sono stati ricevuti commenti pubblici.

New York City ha presentato il suo piano d'azione annuale 2018 modificato a HUD-CPD il 20 marzo 2019.

Il piano d'azione annuale proposto dalla città di New York per l'anno del programma del piano consolidato 2017, approvato da US-HUD (versione approvata).

La città di New York ha presentato la sua proposta di piano d'azione annuale 2017 a HUD-CPD il 9 agosto 2017 dopo aver soddisfatto i requisiti di partecipazione dei cittadini del piano consolidato conducendo:

  • Un periodo di commento pubblico di quattordici (14) giorni sul Piano d'azione proposto che riflette le assegnazioni effettive delle sovvenzioni della città da 25 luglio 2017 a 7 agosto 2017 e,
  • un'udienza pubblica su Venerdì 4 agosto 2017, in Spector Hall, 22 Reade Street, Manhattan.

I commenti ricevuti entro la fine del periodo di commento (chiusura dell'attività) riguardanti l'uso di questi fondi federali dovevano essere riassunti e le risposte delle agenzie incorporate in questo documento per la presentazione all'HUD. Tuttavia, non sono stati ricevuti commenti pubblici.

(Versione di invio modificata)

Il Piano d'azione annuale 2016 del Piano Consolidato del Comune ha sostanzialmente modificato il Piano d'Azione presentato all'HUD.

(Versione di invio modificata)

Il Piano Consolidato 2015 è la presentazione riveduta della città di New York all'Ufficio per la pianificazione e lo sviluppo comunitario del Dipartimento degli Stati Uniti per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano (HUD-CPD) del suo piano strategico quinquennale per gli anni del piano consolidato 2015-2019 e il suo uso modificato di un anno dei fondi del programma di sovvenzione per il diritto alla formula federale.

Il quinto e ultimo piano d'azione annuale della città di New York per il piano consolidato quinquennale 2010-2014.

Il Piano d'Azione comprende anche un addendum alla Dichiarazione Annuale del Rapporto Annuale di Prestazione del Piano Consolidato 2013 della Città per promuovere l'edilizia equa (AFFH). L'addendum include un'analisi delle politiche e delle pratiche della città di New York che possono fungere da impedimenti normativi alla produzione di alloggi a prezzi accessibili.


Apparizioni

Posizione di GUERRA Giocatori
2013 NL 6.3 (5°)
2015 NL 8.3 (2°)
2016 NL 5.0 (9°)
2017 NL 6.3 (4°)
2018 NL 5.5 (6°)
Attivo 46,1 (8°)
Carriera 46,1 (241°)
5 stagioni nella Top 10 % su base
2013 NL .401 (4°)
2014 NL 0,396 (7°)**
2015 NL .435 (3°)
2016 NL .411 (3°)
2017 NL .404 (6°)
2018 NL .389 (7°)
2020 NL .417 (5°)
Attivo 0,389 (4°)
Carriera 0,389 (117esimo)
7 stagioni nella Top 10 Sgobbare %
2013 NL 0,551 (1°)
2014 NL 0,542 (5°)**
2015 NL .570 (3°)
2017 NL 0,563 (9°)
2018 NL 0,533 (9°)
Attivo 0,517 (9°)
Carriera 0,517 (71°)
5 stagioni nella Top 10 On-Base Plus Slugging
2013 NL .952 (1°)
2014 NL .938 (4°)**
2015 NL 1.005 (2°)
2016 NL .899 (10°)
2017 NL .966 (6°)
2018 NL .922 (4°)
Attivo .905 (5°)
Carriera .905 (63°)
6 stagioni nella Top 10 Aspetti del piatto
2013 NL 710 (4°)
2015 NL 695 (2°)
2016 NL 705 (1°)
2018 NL 690 (7°)
2019 NL 682 (7°)
2021 NL 294 (7°)
Attivo 5.915 (21°)
6 stagioni nella Top 10 Basi su Palline
2013 NL 99 (3°)
2015 NL 118 (3°)
2016 NL 110 (1°)
2017 NL 94 (4°)
2018 NL 90 (6°)
2020 NL 37 (8°)
Attivo 794 (7°)
6 stagioni nella Top 10 agg. Esecuzione di battuta
2013 NL 52 (2°)
2014 NL 35 (6°)
2015 NL 61 (3°)
2016 NL 33 (6°)
2017 NL 38 (7°)
2018 NL 37 (3°)
Attivo 314 (5°)
Carriera 314 (125°)
6 stagioni nella Top 10 agg. Vince in battuta
2013 NL 5.3 (2°)
2014 NL 3.6 (6°)
2015 NL 6.0 (3°)
2016 NL 3.2 (6°)
2017 NL 3.6 (6°)
2018 NL 3.6 (3°)
Attivo 30.8 (6°)
Carriera 30.8 (123°)
6 stagioni nella Top 10 Tempi sulla base
2013 NL 284 (3°)
2015 NL 302 (2°)
2016 NL 289 (2°)
2017 NL 268 (5a)
2018 NL 268 (3°)
2020 NL 96 (5a)
Attivo 2.294 (16°)
6 stagioni nella Top 10 % vittoria offensiva
2013 NL .738 (8°)
2015 NL .802 (3°)
2016 NL .719 (6°)
2017 NL .733 (6°)
2018 NL .732 (2°)
Attivo 0,709 (3°)
Carriera .709 (64°)
5 stagioni nella Top 10 Basi intenzionali su palle
2013 NL 19 (1°)
2014 NL 10 (6°)
2015 NL 29 (1°)
2016 NL 15 (3°)
2017 NL 15 (2°)
2018 NL 11 (8°)
Attivo 105 (6°)
Carriera 105 (133°)
6 stagioni nella Top 10 Esecuzioni base-out aggiunte (RE24)
2012 NL 38.58 (7°)
2013 NL 67,27 (1°)
2014 NL 41.05 (4°)
2015 NL 59.24 (4°)
2016 NL 38.09 (7°)
2017 NL 52.87 (4°)
2018 NL 43.50 (2°)
Attivo 383,44 (5°)
Carriera 383,44 (102°)
7 stagioni nella Top 10 Probabilità di vittoria aggiunta (WPA)
2013 NL 8.0 (1°)
2015 NL 6.1 (5°)
2016 NL 4.2 (1°)
2018 NL 4.7 (2°)
Attivo 35,9 (5°)
Carriera 35,9 (89°)
4 stagioni nella Top 10 Situ. Vincite aggiunte (WPA/LI)
2012 NL 3.8 (8°)
2013 NL 5.3 (2°)
2014 NL 3.5 (6°)
2015 NL 5.9 (3°)
2016 NL 4.5 (4°)
2017 NL 4.4 (4°)
2018 NL 4.9 (2°)
Attivo 36,3 (5°)
Carriera 36,3 (84°)
7 stagioni nella Top 10 Campionato WPA (cWPA)
2013 NL 5.0 (1°)
2015 NL 2.5 (8°)
2017 NL 1.7 (6°)
2018 NL 5.6 (2°)
Attivo 21.2 (4°)
Carriera 21.2 (230°)
4 stagioni nella Top 10 Aggiunte vittorie base-out (REW)
2012 NL 3.7 (8°)
2013 NL 6.6 (1°)
2014 NL 4.1 (6°)
2015 NL 5.7 (4°)
2016 NL 3.6 (7°)
2017 NL 4.8 (4°)
2018 NL 4.1 (2°)
Attivo 36,8 (5°)
Carriera 36,8 (102°)
7 stagioni nella Top 10 Putouts
2012 NL 1.234 (4°)
2013 NL 1.494 (1°)
2015 NL 1.378 (1°)
2016 NL 1.378 (1°)
2017 NL 1.254 (2°)
2018 NL 1.323 (1°)
2019 NL 1.256 (3°)
2020 NL 383 (4°)
2021 NL 487 (3°)
Attivo 11.472 (5°)
9 stagioni nella Top 10 Dif. Giochi come 1B
2013 NL 159 (2°)
2015 NL 157 (2°)
2016 NL 157 (2°)
2017 NL 151 (4°)
2018 NL 155 (3°)
2019 NL 159 (1°)
2020 NL 52 (3°)
2021 NL 68 (2°)
Attivo 1.349 (5°)
Carriera 1.349 (86°)
8 stagioni nella Top 10 Putout come 1B
2012 NL 1.234 (4°)
2013 NL 1.494 (1°)
2015 NL 1.378 (1°)
2016 NL 1.378 (1°)
2017 NL 1.254 (2°)
2018 NL 1.323 (1°)
2019 NL 1.256 (2°)
2020 NL 383 (3°)
2021 NL 487 (2°)
Attivo 11.472 (4°)
Carriera 11.472 (92°)
9 stagioni nella Top 10 Assist come 1B
2013 NL 99 (4°)
2015 NL 123 (3°)
2016 NL 116 (2°)
2017 NL 103 (3°)
2018 NL 110 (3°)
2021 NL 41 (5a)
Attivo 897 (5°)
Carriera 897 (73°)
6 stagioni nella Top 10 Doppio gioco trasformato in 1B
2012 NL 106 (4°)
2013 NL 118 (2°)
2015 NL 129 (1°)
2016 NL 127 (2°)
2017 NL 116 (3°)
2018 NL 131 (1°)
2019 NL 145 (1°)
2020 NL 41 (2°)
Attivo 1.057 (5°)
Carriera 1.057 (82°)
8 stagioni nella Top 10 La zona totale viene eseguita come 1B (s.1953)
2013 NL 13 (1°)
2015 NL 5 (4°)
2016 NL 5 (4°)
2017 NL 14 (1°)
2018 NL 7 (3°)
2020 NL 4 (3°)
Attivo 52 (3°)
Carriera 52 (17°)
6 stagioni nella Top 10 Fattore di portata/9Inn come 1B
2012 NL 9.70 (2°)
2013 NL 9.91 (4°)
2014 NL 9.44 (5°)
2015 NL 9.78 (5°)
2016 NL 9.68 (3°)
2017 NL 9.45 (2°)
2018 NL 9.44 (1°)
2019 NL 8.98 (4°)
2020 NL 8.97 (3°)
Attivo 9.46 (2°)
Carriera 9.46 (77°)
9 stagioni nella Top 10 Fattore di gittata/Gioco come 1B
2012 NL 9.35 (2°)
2013 NL 10.02 (1°)
2014 NL 9.30 (2°)
2015 NL 9.56 (1°)
2016 NL 9.52 (1°)
2017 NL 8.99 (2°)
2018 NL 9.25 (1°)
2019 NL 8.60 (4°)
2020 NL 7.88 (5°)
Attivo 9.17 (2°)
9 stagioni nella Top 10 Fielding % come 1B
2012 NL .995 (3°)
2013 NL .997 (2°)
2015 NL .997 (3°)
2016 NL .997 (3°)
2017 NL .997 (3°)
2018 NL .996 (4°)
2019 NL .996 (1°)
2020 NL .998 (3°)
2021 NL 1.000 (1°)
Attivo .996 (1°)
Carriera .996 (5°)
9 stagioni nella Top 10

Per celebrare la ventesima stagione della lega nel 2016, WNBA.com ha raccolto elementi della ricca storia, dai giochi e le giocate classici ai giocatori iconici dentro e fuori dal campo. Avvia Video Vault

Per 25 anni la WNBA ha caratterizzato i migliori giocatori del gioco e ha creato alcuni dei migliori momenti nella storia del basket femminile. Dai un'occhiata ad alcune delle squadre e dei giocatori che hanno lasciato il segno in questo campionato.


ICD-10

La transizione ICD-10 è un mandato che si applica a tutte le parti coperte da HIPAA, non solo ai fornitori che fatturano Medicare o Medicaid.

Sono disponibili i file ICD-10-CM e ICD-10-PCS 2018 inclusi i mapping di equivalenza generale.

Hai bisogno di alcuni suggerimenti?

Regola finale ICD-10

Il 7 dicembre 2011, CMS ha pubblicato una regola finale che aggiorna il rapporto di perdita medica dei contribuenti per tenere conto dei costi di conversione dell'ICD-10. A partire dal 3 gennaio 2012, la norma consente ai pagatori di spostare alcuni costi di transizione dell'ICD-10 dalla categoria dei costi amministrativi ai costi clinici, il che aiuterà i pagatori a coprire i costi di transizione.

Il 16 gennaio 2009, il Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) degli Stati Uniti ha pubblicato la regola finale che impone a tutti coloro che sono coperti dall'Health Insurance Portability and Accountability Act (HIPAA) di implementare l'ICD-10 per la codifica medica.

In una regola finale correlata rilasciata lo stesso giorno, HHS ha imposto che gli standard di transazione per tutte le richieste di assistenza sanitaria elettronica debbano essere aggiornati alla versione 5010 dalla versione 4010/4010A entro 1 gennaio 2012. Dal 1° gennaio 2012 tutte le entità coperte da HIPAA devono essere conformi alla versione 5010.


Costruisci la tua carriera

La Loma Linda University ti prepara per una carriera appagante nelle scienze della salute.

Vita accademica

Hai sentito la chiamata. Ora prendi la formazione.

Mentori che si prendono cura e ispirano, oltre 100 programmi da esplorare e un impegno per supportare tutto te. È tutto qui a LLU per una ragione: prepararti a servire le persone nella tua comunità. Il mondo ha bisogno di eroi sanitari: questo è il posto in cui sono fatti.


10 giugno 2015 Giorno 141 del settimo anno - Storia

Questa legge può essere citata come legge sulla protezione dei rifugiati del 2019.

L'indice della presente legge è il seguente:

Sez. 1. Breve sommario del titolo. Sez. 2. Risultati. Sez. 3. Definizioni. TITOLO I – Ammissione e protezione di rifugiati, richiedenti asilo e altri soggetti vulnerabili Sottotitolo A – Rifugiati e richiedenti asilo Sez. 101. Modifica della definizione di rifugiato. Sez. 102. Molteplici forme di aiuto a disposizione di rifugiati e richiedenti asilo. Sez. 103. Eliminazione dei termini per le domande di asilo. Sez. 104. Esame delle domande di asilo. Sez. 105. Trasparenza nelle determinazioni dei rifugiati. Sez. 106. Autorizzazione al lavoro per richiedenti asilo e altri individui. Sez. 107. Ammissione dei rifugiati e dei richiedenti asilo come residenti permanenti legali. Sottotitolo B—Protezioni per bambini e famiglie Sez. 111. Tenere unite le famiglie. Sez. 112. Tutele per i minori richiedenti asilo. Sez. 113. Giornata fiera in tribunale per i ragazzi. Sottotitolo C—Protezioni per altri soggetti vulnerabili Sez. 121. Modifica dei requisiti di presenza fisica per gli stranieri ammessi in condizione di immigrato speciale per le persone che hanno prestato servizio come traduttori per le Forze Armate. Sez. 122. Tutela degli apolidi negli Stati Uniti. Sez. 123. Proteggere le vittime del terrorismo dall'essere definite terroristi. Sez. 124. Tutela degli stranieri interdetti in mare. Sez. 125. Protezione rafforzata per le persone che richiedono visti U, visti T e protezione sotto VAWA. Sottotitolo D – Tutele relative all'allontanamento, alla detenzione e all'azione penale Sez. 131. Prevenzione di errati ordini di allontanamento in contumacia. Sez. 132. Ambito e standard per la revisione degli ordini di rimozione. Sez. 133. Presunzione di libertà per i richiedenti asilo. Sez. 134. Procedure per garantire l'esattezza e la verificabilità delle dichiarazioni giurate rese ai sensi dell'autorità di allontanamento accelerato. Sez. 135. Ispezioni da parte dei funzionari dell'immigrazione. Sez. 136. Studio sull'effetto sulle richieste di asilo di disposizioni, pratiche e procedure di rimozione accelerata. Sez. 137. Allineamento con gli obblighi della Convenzione sui rifugiati vietando il perseguimento penale dei rifugiati. Sottotitolo E—Reinsediamento dei rifugiati Sez. 141. Priorità del ricongiungimento familiare nel processo di reinsediamento dei rifugiati. Sez. 142. Obiettivi numerici per l'ammissione annuale dei rifugiati. Sez. 143. Riforma del processo di consultazione per l'ammissione dei rifugiati. Sez. 144. Designazione di alcuni gruppi di rifugiati per il reinsediamento e l'ammissione di rifugiati in situazioni di emergenza. Sez. 145. Requisiti del raggio di reinsediamento dei rifugiati. Sez. 146. Studio e relazione sui contributi dei rifugiati negli Stati Uniti. Sez. 147. Aggiornamento borse di accoglienza e collocamento. Sez. 148. Dati di reinsediamento. Sez. 149. Assistenza ai rifugiati. Sez. 150. Proroga del periodo di ammissibilità alle prestazioni di sicurezza sociale per alcuni rifugiati. Sez. 151. Fondo di emergenza per il reinsediamento di rifugiati degli Stati Uniti. Sottotitolo F—Disposizioni varie Sez. 161. Autorizzazione degli stanziamenti. TITOLO II—Trattamento di rifugiati e richiedenti asilo nell'emisfero occidentale Sez. 201. Ampliamento del trattamento dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Sez. 202. Rafforzare le risposte umanitarie regionali. Sez. 203. Campagna d'informazione sui pericoli della migrazione irregolare. Sez. 204. Obbligo di segnalazione. Sez. 205. Identificazione, screening e trattamento dei rifugiati e di altri individui idonei per l'ammissione legale negli Stati Uniti. Sez. 206. Programma per i rifugiati centroamericani. Sez. 207. Programma Minori dell'America Centrale. Sez. 208. Programma di parole per il ricongiungimento familiare centroamericano. Sez. 209. Hotline per lo stato dei casi della campagna informativa. TITOLO III - Programmi speciali per visti di immigrazione Sez. 301. Miglioramento del programma di accesso diretto per gli iracheni affiliati agli USA. Sez. 302. Conversione di taluni ricorsi. Sez. 303. Obbligo di segnalazione del programma speciale per i visti di immigrazione. Sez. 304. Miglioramenti al processo di richiesta dei visti speciali di immigrazione afghani. Sez. 305. Status di immigrato speciale per alcuni coniugi e figli superstiti. Sez. 306. Inclusione di alcuni immigrati speciali nell'indagine annuale sui rifugiati. Sez. 307. Priorità del programma per i rifugiati degli Stati Uniti. Sez. 308. Status di immigrato speciale per alcuni siriani che hanno lavorato per il governo degli Stati Uniti in Siria. Sez. 309. Obbligo speciale di segnalazione dello status di immigrato. Sez. 310. Meccanismi di trattamento. TITOLO IV Disposizioni generali Sez. 401. Autorizzazione degli stanziamenti. Sez. 402. Determinazione degli effetti di bilancio. 2. Risultati

Il Congresso fa i seguenti risultati:

Secondo le stime dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, nel 2019, il mondo è nel bel mezzo della peggiore crisi globale di sfollamento della storia, con oltre 70.800.000 sfollati forzati, inclusi 25.900.000 rifugiati in tutto il mondo, oltre la metà dei quali sono bambini.

Nel 2018, meno del 5% delle esigenze di reinsediamento globali è stato soddisfatto nonostante vi fossero 1.400.000 rifugiati bisognosi di reinsediamento in paesi terzi.

Il programma di ammissione dei rifugiati degli Stati Uniti è una soluzione salvavita che—

è fondamentale per gli sforzi umanitari globali

rafforza la sicurezza globale

fa leva sugli interessi di politica estera degli Stati Uniti, compresi gli interessi diplomatici e strategici di sostegno agli alleati che spesso ospitano una quota significativa e sproporzionata di rifugiati pro capite

stabilizza le regioni sensibili colpite dalla migrazione forzata garantendo che gli Stati Uniti condividano la responsabilità della protezione globale dei rifugiati

sfrutta il reinsediamento dei rifugiati negli Stati Uniti per incoraggiare altri paesi a difendere i diritti umani dei rifugiati, anche garantendo che i rifugiati-

hanno il diritto al lavoro, il diritto all'istruzione e la libertà di movimento e

non vengono restituiti in un luogo in cui la loro vita o libertà è a rischio

serve individui e famiglie bisognose di reinsediamento

fornisce benefici economici e culturali alle città, agli Stati e agli Stati Uniti nel loro insieme e

si allinea con gli obblighi internazionali degli Stati Uniti, inclusi:

la Convenzione relativa allo status dei rifugiati, fatta a Ginevra il 28 luglio 1951 (come resa applicabile dal Protocollo relativo allo status dei rifugiati, fatto a New York il 31 gennaio 1967 (19 UST 6223)), di cui gli Stati Uniti è una festa

la Convenzione contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti, fatta a New York il 10 dicembre 1984, di cui gli Stati Uniti sono parte

la Convenzione relativa allo status degli apolidi, fatta a New York il 28 settembre 1954 e

la Convenzione sulla riduzione dell'apolidia, fatta a New York il 30 agosto 1961.

Gli Stati Uniti sono stati storicamente, e dovrebbero continuare ad essere, un leader globale in...

rispondere alle crisi di sfollamento in tutto il mondo, anche attraverso la fornitura di un solido sostegno umanitario

promuovere la sicurezza, la salute e il benessere dei rifugiati e degli sfollati

accogliere i richiedenti asilo che cercano sicurezza e proteggere altri migranti a rischio, compresi i sopravvissuti alla tortura, le vittime della tratta e gli apolidi e

lavorare insieme ad altri paesi per rafforzare i sistemi di protezione e supporto.

Gli Stati Uniti hanno costantemente ridotto...

accesso alla protezione dell'asilo attraverso politiche amministrative e cambiamenti programmatici, comprese politiche e decisioni operative volte a ridurre o fermare la capacità dei richiedenti asilo di accedere al confine degli Stati Uniti e

il reinsediamento dei rifugiati, attraverso due obiettivi annuali consecutivi di ammissione di rifugiati ai minimi storici, dopo quasi 45 anni durante i quali l'obiettivo medio annuo di ammissione di rifugiati negli Stati Uniti è stato di oltre 95.000 individui.

i viaggiatori più controllati per entrare negli Stati Uniti e

soggetti a controlli approfonditi di screening, inclusi colloqui di persona, controlli dei dati biometrici e controlli multipli tra agenzie.

Per il bene dei rifugiati, dei richiedenti asilo, di altri migranti, degli interessi diplomatici e strategici nazionali degli Stati Uniti e delle comunità locali che beneficiano della presenza di rifugiati, asilo e altri migranti, è fondamentale che gli Stati Uniti proteggano meglio i rifugiati e l'asilo cercatori attraverso le riforme, tra cui-

riforme in materia di asilo che garantiscano il giusto processo

riforme ai sistemi di applicazione, gestione e giudizio della migrazione di frontiera che integrino una maggiore protezione e garantiscano il giusto processo per i richiedenti asilo, i bambini, le vittime della tratta, gli apolidi e altri migranti, tra cui:

alternative comunitarie alla detenzione per richiedenti asilo e altri migranti vulnerabili

migliori condizioni di detenzione

un'enfasi sull'equità nel processo di arresto e di aggiudicazione

maggiore accesso alle informazioni e alla rappresentanza legali e

un maggiore impegno per il benessere dei bambini nel personale e nei processi e

garantire almeno l'obiettivo storico medio annuale di ammissioni di rifugiati

prevenire la politica dei rifugiati che discrimina in base alla razza o alla religione

migliorare le opportunità per i rifugiati di raggiungere l'unità familiare e

aggiornare e rafforzare il sostegno ai rifugiati e alle comunità che accolgono i rifugiati.

Il popolo degli Stati Uniti e le comunità in tutti gli Stati Uniti sostengono in modo schiacciante i rifugiati e i richiedenti asilo, comprese le persone di fede, i membri delle forze armate, i veterani, i funzionari eletti e gli alti funzionari in pensione.

(1) Richiedente asilo (A) In generale

Il termine richiedente asilo significa:

qualsiasi richiedente asilo ai sensi della sezione 208 dell'Immigration and Nationality Act (8 U.S.C. 1158)

l'intenzione di chiedere asilo ai sensi di tale sezione o

una paura di persecuzione e

l'intenzione di richiedere la trattenuta dell'allontanamento ai sensi di:

sezione 241 dell'Immigration and Nationality Act (8 U.S.C. 1231) o

la Convenzione contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani o degradanti, fatta a New York il 10 dicembre 1984 o

una paura che la vita o la libertà dell'alieno sarebbe stata minacciata.

Il termine richiedente asilo comprende qualsiasi individuo descritto nel sottoparagrafo (A) la cui domanda di asilo o rifiuto dell'allontanamento è in attesa di revisione giudiziaria.

Il termine richiedente asilo non comprende un individuo nei confronti del quale sia stato emesso un ordine definitivo di negazione dell'asilo e di rifiuto di allontanamento se tale ordine non è in attesa di revisione giurisdizionale.

(2) Determinazione del miglior interesse

Il termine determinazione dell'interesse superiore indica un processo formale con garanzie procedurali volte a considerare in primo luogo l'interesse superiore di un minore nel processo decisionale.

Il termine Dipartimento indica il Dipartimento per la sicurezza interna.

(4) Sfollati interni

Il termine sfollati interni designa le persone o un gruppo di persone che sono state costrette a lasciare le proprie case o luoghi di residenza abituale, in particolare a causa di conflitti armati, violenza generalizzata, violazioni dei diritti umani o disastri naturali o provocati dall'uomo, e che non hanno attraversato un confine di stato riconosciuto a livello internazionale.

(5) Protezione internazionale

Il termine protezione internazionale indica lo status di asilo, lo status di rifugiato, la protezione ai sensi della Convenzione contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti, fatta a New York il 10 dicembre 1984, e altri status di protezione regionale disponibili nell'emisfero occidentale.

Il termine Segretario indica il Segretario per la sicurezza interna.

I Ammissione e protezione di rifugiati, richiedenti asilo e altri soggetti vulnerabili A Rifugiati e richiedenti asilo 101. Modifica della definizione di rifugiato (a) In generale

La sezione 101(a)(42) dell'Immigration and Nationality Act ( 8 U.S.C. 1101(a)(42) ) è modificata come segue:

Il termine rifugiato indica qualsiasi persona che:

si trova al di fuori di un paese di nazionalità di tale persona o, nel caso di una persona senza cittadinanza, è al di fuori di qualsiasi paese in cui tale persona ha risieduto abitualmente l'ultima volta e

is unable or unwilling to return to, and is unable or unwilling to avail himself or herself of the protection of, that country because of persecution, or a well-founded fear of persecution, on account of race, religion, nationality, membership in a particular social group, or political opinion or

in such circumstances as the President may specify, after appropriate consultation (as defined in section 207(e))—

is within the country of such person’s nationality or, in the case of a person having no nationality, within the country in which such person is habitually residing and

is persecuted, or who has a well-founded fear of persecution, on account of race, religion, nationality, membership in a particular social group, or political opinion.

The term refugee does not include any person who ordered, incited, assisted, or otherwise participated in the persecution of any person on account of race, religion, nationality, membership in a particular social group, or political opinion. A person who establishes that his or her actions were committed under duress or while the person was younger than 18 years of age shall not be considered to have ordered, incited, assisted, or otherwise participated in persecution under this subparagraph.

For purposes of determinations under this Act—

a person who has been forced to abort a pregnancy or to undergo involuntary sterilization, or who has been persecuted for failure or refusal to undergo such a procedure or for other resistance to a coercive population control program, shall be deemed to have been persecuted on account of political opinion

a person who has a well-founded fear that he or she will be forced to undergo such a procedure or be subject to persecution for such failure, refusal, or resistance shall be deemed to have a well-founded fear of persecution on account of political opinion and

the term particular social group means, without any additional requirement not listed below, any group whose members—

a characteristic that is immutable or fundamental to identity, conscience, or the exercise of human rights or

a past experience or voluntary association that, due to its historical nature, cannot be changed or

are perceived as a group by society.

The burden of proof shall be on the applicant to establish that the applicant is a refugee.

To establish that the applicant is a refugee, persecution—

shall be on account of race, religion, nationality, membership in a particular social group, or political opinion and

may be established by demonstrating that—

a protected ground is at least one reason for the applicant’s persecution or fear of persecution

the persecution or feared persecution would not have occurred or would not occur in the future but for a protected ground or

the persecution or feared persecution had or will have the effect of harming the person because of a protected ground.

Where past or feared persecution by a nonstate actor is unrelated to a protected asylum ground, the causal nexus link is established if the state’s failure to protect the asylum applicant from the nonstate actor is on account of a protected asylum ground.

Section 208(b)(1) of the Immigration and Nationality Act ( 8 U.S.C. 1158(b)(1) ) is amended by striking section 101(a)(42)(A) each place it appears and inserting section 101(a)(42)(A)(i) .

102. Multiple forms of relief available to refugees and asylum seekers (a) In general

An applicant for admission as a refugee may simultaneously pursue admission under any visa category for which the applicant may be eligible.

(b) Asylum applicants eligible for diversity visas

Section 204(a)(1)(I) of the Immigration and Nationality Act ( 8 U.S.C. 1154(a)(1)(I) ) is amended by adding at the end the following:

An asylum seeker in the United States who is notified that he or she is eligible for an immigrant visa pursuant to section 203(c) may file a petition with the district director that has jurisdiction over the district in which the asylum seeker resides (or, in the case of an asylum seeker who is or was in removal proceedings, the immigration court in which the removal proceeding is pending or was adjudicated) to adjust status to that of an alien lawfully admitted for permanent residence.

A petition under subclause (I) shall—

be filed not later than 30 days before the end of the fiscal year for which the petitioner receives notice of eligibility for the visa and

contain such information and be supported by such documentary evidence as the Secretary of State may require.

The district director or immigration court shall attempt to adjudicate each petition under this clause before the last day of the fiscal year for which the petitioner was selected. Notwithstanding clause (ii)(II), if the district director or immigration court is unable to complete such adjudication during such fiscal year, the adjudication and adjustment of status of the petitioner may take place after the end of such fiscal year.

Section 208(a)(2) of the Immigration and Nationality Act ( 8 U.S.C. 1158(a)(2) ) is amended—

in subparagraph (A), by inserting or the Secretary of Homeland Security after Attorney General each place such term appears

by striking subparagraphs (B) and (D)

by redesignating subparagraph (C) as subparagraph (B)

in subparagraph (B), as redesignated, by striking subparagraph (D) and inserting subparagraphs (C) and (D) and

by inserting after subparagraph (B), as redesignated, the following:

Notwithstanding subparagraph (B), an application for asylum of an alien may be considered if the alien demonstrates, to the satisfaction of the Attorney General or the Secretary of Homeland Security, the existence of changed circumstances that materially affect the applicant’s eligibility for asylum.

(D) Motion to reopen certain meritorious claims

Notwithstanding subparagraph (B) or section 240(c)(7), an alien may file a motion to reopen an asylum claim during the 2-year period beginning on the date of the enactment of the Refugee Protection Act of 2019 if the alien—

was denied asylum based solely on a failure to meet the 1-year application filing deadline in effect on the date on which the application was filed

was granted withholding of removal to the alien’s country of nationality (or, in the case of a person having no nationality, to the country of last habitual residence) under section 241(b)(3)

has not obtained lawful permanent residence in the United States pursuant to any other provision of law and

is not subject to the safe third country exception under subparagraph (A) or to a bar to asylum under subsection (b)(2) and

was not denied asylum as a matter of discretion or

was denied asylum based solely on the implementation of—

the policy memorandum of the U.S. Citizenship and Immigration Services entitled Guidance for Processing Reasonable Fear, Credible Fear, Asylum, and Refugee Claims in Accordance with Matter of A–B– (PM–602–0162), dated July 11, 2018

the memorandum of the Office of the Principal Legal Advisor of U.S. Immigration and Customs Enforcement entitled Litigating Domestic Violence-Based Persecution Claims Following Matter of A–B– , dated July 11, 2018

the interim final rule of the Department of Homeland Security and the Department of Justice entitled Aliens Subject to a Bar on Entry Under Certain Presidential Proclamations Procedures for Protection Claims (83 Fed. Reg. 55934 (November 9, 2019))

Presidential Proclamation 9822, issued on November 9, 2018 (83 Fed. Reg. 57661)

the migrant protection protocols announced by the Secretary of Homeland Security on December 20, 2018 (or any successor protocols)

the policy memorandum of the U.S. Citizenship and Immigration Services entitled Guidance for Implementing Section 235(b)(2)(C) of the Immigration and Nationality Act and the Migrant Protection Protocols (PM–602–0169), dated January 28, 2019 or

any other policy memorandum of the Department of Homeland Security to implement the protocols described in subclause (V).

104. Consideration of asylum claims (a) Conditions for granting asylum

Section 208(b)(1)(B) of the Immigration and Nationality Act ( 8 U.S.C. 1158(b)(1)(B) ) is amended—

in clause (ii), by striking the last sentence and inserting the following: If the trier of fact determines that the applicant should provide evidence that corroborates otherwise credible testimony, the trier of fact shall provide notice and allow the applicant a reasonable opportunity to file such evidence. The trier of fact may not require such evidence if the applicant does not have the evidence and demonstrates that he or she cannot reasonably obtain the evidence. Evidence shall not be considered reasonably obtainable if procurement of such evidence would reasonably endanger the life or safety of any person.

by striking clause (iii) and

by inserting after clause (ii) the following:

(iii) Supporting evidence accepted

Direct or circumstantial evidence, including evidence that the government of the applicable country is unable or unwilling to protect individuals of the applicant’s race, religion, nationality, particular social group, or political opinion, or that the legal or social norms of the country tolerate persecution against individuals of the applicant’s race, religion, nationality, particular social group, or political opinion, may establish that persecution is on account of race, religion, nationality, membership in a particular social group, or political opinion.

(iv) Credibility determination (I) In general

Subject to subclause (II), a trier of fact may conduct a credibility assessment in the context of evaluating an applicant’s claim for asylum.

(II) Procedural and substantive requirements (aa) Objectivity

Decisions regarding credibility shall be made objectively, impartially, and individually.

A credibility assessment under this clause may only be conducted on the material facts of the applicant’s claim. The perception of the trier of fact with respect to the applicant’s general truthfulness or trustworthiness shall not be relevant to assessing credibility of material facts.

(cc) Detail and specificity

In assessing credibility, a trier of fact may consider the detail and specificity of information provided by the applicant, the internal consistency of the applicant’s statements, and the consistency of the applicant’s statements with available external information. In considering such information and statements, the trier of fact shall consider the applicant’s contextual circumstances, including—


Guarda il video: 2 Giorno - LA VERGINE MARIA NEL REGNO DELLA DIVINA VOLONTA (Gennaio 2022).