Articoli

L'arte della scienza della pittura rinascimentale

L'arte della scienza della pittura rinascimentale

L'arte della scienza della pittura rinascimentale

Falco, Charles M. (Centro di scienze ottiche, Università dell'Arizona, Tucson) e Hockney, David (

Invited Paper -Atti del Simposio sulla presentazione e interpretazione efficaci nei musei (The National Gallery of Ireland, Dublino, 2003)

Astratto

Uno di noi (DH) ha osservato una qualità quasi "fotografica" in alcuni disegni e dipinti fin dal Rinascimento che lo ha portato a fare un'ampia indagine visiva sull'arte occidentale degli ultimi 1000 anni. Il risultato di questa indagine fu l'affermazione rivoluzionaria che artisti anche di rilievo di van Eyck e Bellini dovevano aver utilizzato ausili ottici. Tuttavia, molti storici dell'arte hanno insistito sul fatto che non ci fossero prove a sostegno di un'affermazione così notevole. Questo articolo discute alcune delle prove ottiche che abbiamo successivamente scoperto che dimostrano in modo convincente che gli strumenti ottici erano in uso dagli artisti già nel 1425 circa, quasi 200 anni prima di quanto ampiamente ritenuto possibile. Questa scoperta che l'ottica era stata utilizzata per proiettare le immagini coincide con la notevole trasformazione nella realtà dei ritratti avvenuta all'inizio del XV secolo.


Guarda il video: Raffaello, Roma e lideale del Rinascimento (Gennaio 2022).