Podcast

Nuovi libri medievali: le crociate

Nuovi libri medievali: le crociate

Cinque nuove pubblicazioni sulle crociate.

Logistica della prima crociata: acquisizione di rifornimenti nel caos

Di Gregory D. Bell

Lexington Books
ISBN: 978-1-4985-8640-5

Estratto: Guardando la logistica della Prima Crociata - che è il movimento e la fornitura dei partecipanti alla spedizione - fornisce una visione molto più specifica di come i partecipanti sono riusciti a organizzare e marciare un enorme e diversificato esercito a migliaia di miglia in territorio e conquista la città ben fortificata di Gerusalemme. La mia speranza è che, esaminando la logistica, possiamo separare il grano dalla pula per determinare cosa fecero effettivamente questi primi crociati.

Guerra d'assedio durante le crociate

Di Michael S. Fulton

Libri di penna e spada
ISBN: 978-1-52671-865-5

Estratto: Ogni assedio era unico, influenzato da un assortimento di fattori geografici, politici, sociali, economici e altri specifici per ogni scenario; nondimeno, al centro di ciascuna c'era una serie di obiettivi strategici e tattici contrastanti: il desiderio di mantenere il controllo di una regione e il desiderio di prenderlo; i mezzi per prendere possesso e i mezzi per resistere. Questi principi fondamentali saranno usati come struttura per la maggior parte dei capitoli seguenti.

The Wendish Crusade, 1147: The Development of Crusading Ideology in the Twelfth Century

Di Mihai Dragnea

Routledge
ISBN: 978-0-367-36696-4

Estratto: La nostra domanda principale è come giustificare una crociata che non mirava a recuperare la Terra Santa, ma a conquistare una regione dove la presenza cristiana era temporanea. Questo studio affronta le discussioni sulla relazione tra guerra e ideologia. Gli iniziatori della spedizione sassone contro i Wend e gli apologeti successivi impiegarono argomenti morali e legali per giustificare la conquista di una regione sotto gli auspici di una crociata. Pertanto in questo studio ci concentreremo sull'evoluzione dell'ideologia e della pratica crociata secondo i contesti politici nella Germania del XII secolo.

Emozioni in un contesto crociato, 1095-1291

Di Stephen J. Spencer

la stampa dell'università di Oxford
ISBN: 978-0-19-883336-9

Estratto: Il 15 luglio 1099, i partecipanti alla prima crociata perseguirono una sanguinosa conquista di Gerusalemme e poi visitarono il sito che desideravano vedere: la chiesa del Santo Sepolcro, ritenuta il luogo della crocifissione e risurrezione di Cristo. Con "abbondanti passioni", scriveva un cronista, piangevano e abbracciavano Cristo, come se fosse ancora sospeso alla croce, mentre un altro insisteva che il diluvio del Sepolcro fosse inondato "dalla pioggia di lacrime". molte narrazioni occidentali (composte sia da partecipanti che da non partecipanti) non solo di quella spedizione iniziale, ma anche dell'ampio movimento crociato.

La torre maledetta: la caduta di Acri e la fine delle crociate

Di Roger Crowley

Libri di base
ISBN: 978-1-5416-9734-8

Estratto: Nella primavera del 1291, il più grande esercito che l'Islam avesse mai raccolto contro le crociate in Terra Santa si stava muovendo verso la città di Acri. È stato, a detta di tutti, uno spettacolo straordinario: un'immensa schiera di uomini e animali, tende, bagagli e provviste, tutti convergenti sull'ultimo punto d'appoggio della cristianità. L'obiettivo era sferrare un colpo decisivo.


Guarda il video: Alessandro Barbero Medioevo da non credere 3. La terra piatta (Gennaio 2022).